Milano, prima dell’aggressione Frigatti ha rapito un uomo

Davide Frigatti, l'uomo arrestato per l'omicidio di CInisello Balsamo
1' di lettura

Il 34enne, ora in carcere, martedì 17 giugno avrebbe sequestrato un automobilista a Piacenza. Minacciandolo lo avrebbe costretto a condurlo a Cinisello Balsamo dove ha poi ucciso un passante e ferito altre due persone. Ritrovata l’arma del delitto

La mattina dell'omicidio e del duplice ferimento Davide Frigatti avrebbe sequestrato una persona a Piacenza. E’ quanto emerge dalle indagini sulla triplice aggressione di martedì scorso a Cinisello Balsamo, alle porte di Milano. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti quel giorno l’uomo, un grafico 34enne ora in stato di fermo in carcere, è andato con la sua auto a fare un prelevamento al bancomat in zona Cadorna, ha parcheggiato e si è fatto accompagnare nella città emiliana in taxi. Qui sarebbe andato dal barbiere per tagliarsi i capelli. Poi, intorno alle 12, nei pressi di una rotonda avrebbe tentato invano di entrare nell'auto di una donna e si sarebbe poi infilato, passando dal finestrino, all'interno della Chevrolet di un pensionato 65enne. "Parti parti, mi vogliono uccidere!" avrebbe detto all’anziano costringendolo, sotto la minaccia di un piccolo coltello, a raggiungere Sesto San Giovanni. Durante il tragitto Frigatti avrebbe buttato dal finestrino il cellulare del 65enne. Arrivati a Sesto San Giovanni avrebbe fatto scendere il pensionato impossessandosi della sua auto.

Con la Chevrolet rubata il 34enne è andato al Parco Nord, luogo della prima aggressione. Poi è tornato a casa dei genitori, ai quali ha spiegato di avere i vestiti sporchi di sangue perché era stato rapinato della propria auto (motivo per cui non hanno dato subito l'allarme). Frigatti è uscito di nuovo, è andato alla stazione Shell per ferire la seconda vittima a Sesto San Giovanni ed è ritornato a casa: stavolta ha preso il coltello da cucina e il padre ha deciso di andare in commissariato per dare l'allarme. Nel frattempo il grafico ha preso l'auto del padre e si è diretto all'autolavaggio di Cinisello per uccidere il titolare, Franco Mercadante. Il coltello dell’omicidio è stato ritrovato da un camionista che lavora per una ditta di Cinisello. Ieri, davanti al pm, Frigatti ha detto: “Mi sono difeso, erano peccatori”.

Leggi tutto