Maturità al via, Europa e Quasimodo tra le tracce

1' di lettura

Iniziano gli esami di Stato. Si parte con la verifica comune a tutti gli indirizzi. I candidati hanno scelto tra analisi del testo, articolo, saggio breve, tema. Indiscrezioni subito sul web: tra gli argomenti anche tecnologia, violenza e Renzo Piano

Quasimodo, l'Europa, Renzo Piano, la tecnologia, la violenza. Sono questi alcuni degli argomenti della prima prova degli esami di maturità (qui sul sito del ministero). Sono circa 500mila gli studenti che oggi, mercoledì 18 giugno, hanno affrontato l'esame di Stato (FOTO). Partenza con la verifica d'italiano, comune a tutti gli indirizzi. La seconda prova scritta, diversa per ogni indirizzo, si svolgerà domani 19 giugno. La terza e ultima, il “quizzone”, è in calendario per lunedì 23 giugno.


Le prime notizie sulle tracce – Le tracce della prima prova sono finite su Internet già dalle 8.30. Studenti,it, ad esempio, ha pubblicato le foto dei fogli distribuiti nelle aule. Tra gli argomenti della prima prova di maturità c'è una poesia di Salvatore Quasimodo: “Ride la gazza, nera sugli aranci” dalla raccolta “Ed è subito sera”. Erano 12 anni che Quasimodo non usciva alla maturità. Il tema storico propone questa riflessione: “Europa nel 1914 e nel 2014: quali le differenze?”. Per il saggio breve in ambito artistico letterario il titolo è "Il dono" mentre per il saggio breve in ambito scientifico si suggerisce di riflettere su “la pervasività delle tecnologie”. "Violenza e non-violenza: due volti del Novecento" è l'argomento del saggio breve in ambito storico-politico. Per il saggio breve in ambito socio-economico l'argomento è "Le nuove responsabilità". Renzo Piano e “il rammendo delle periferie” è la traccia proposta ai maturandi per il tema di ordine generale, quello di attualità. Il testo è tratto da Il Sole 24 ore dello scorso 26 gennaio. "Le periferie sono la città del futuro, così ricche di umanità ed energia. C'è solo da fare una gigantesca opera di rammendo per renderle pezzi di città felice: che tocca a noi fare, ma soprattutto ai giovani, quegli stessi ragazzi che oggi sostengono l'esame di maturità", ha detto l'architetto Renzo Piano "grato" al ministero dell'Istruzione.

L'apertura del plico telematico - Le tracce sono state inviate attraverso il plico telematico: “buste” criptate recapitate alle scuole per via telematica e che, per essere aperte, hanno bisogno di una password che è stata data in diretta dal ministro Stefania Giannini.
I candidati hanno avuto 6 ore a disposizione per concludere la prova e hanno scelto tra analisi del testo, redazione di un articolo di giornale o saggio breve, tema di argomento storico, tema di ordine generale. "Soddisfatta delle scelte fatte", ha detto il ministro sulle tracce dopo aver fatto il suo in bocca al lupo ai maturandi (IL VIDEO).

Sequestrato un sito - La Polizia postale, intanto, ha denunciato i titolari del portale web Scuolazoo per istigazione a delinquere: promettevano la risoluzione delle prove d'esame ai maturandi. È la prima volta che viene presa una decisione del genere nell'ambito della maturità. Con lo slogan "Maturando disperato? Ti aiuta Scuolazoo con l'account di WeChat", il sito pubblicizzava un servizio di aiuto nello svolgimento degli esami. “Veniva offerto agli studenti – spiega la polizia – la possibilità di inviare una fotografia della traccia della prova con allegato il nome della scuola e l'indirizzo durante la prima e seconda prova di maturità ed ottenere live su WeChat l'elaborato della prova svolto da un team di professori". La Procura di Milano ha emesso un decreto di sequestro preventivo di urgenza della pagina web per "non aggravare le conseguenze del reato”.

Anche il marò Girone tra i maturandi - Tra le persone che hanno sostenuto la prima prova della maturità c’è anche Salvatore Girone: il marò ha svolto il suo esame in collegamento via Skype dall'India, dove è trattenuto da due anni insieme al commilitone Salvatore Latorre con l'accusa di aver ucciso due pescatori del posto, scambiandoli per pirati.

Leggi tutto