Quando sono le banche a praticare l'usura: l'inchiesta

1' di lettura

COVER STORY - Tassi esagerati su finanziamenti, interessi falsati e gonfiati, pignoramenti illegittimi. Nel reportage di Sky TG24, tre drammatiche testimonianze di persone vessate non da circuiti illegali, ma da istituti di credito e finanziarie

Tassi esagerati su finanziamenti, usura continuata e aggravata, interessi falsati e gonfiati, pignoramenti illegittimi di abitazioni. Non sono le condizioni dell’usura illegale, ma di quella bancaria. Nelle ore successive alle notizie sull'inchiesta della Procura di Trani che mette sotto accusa i vertici di Bnl, Unicredit, Mps e Banca Popolare di Bari, Sky TG24 HD, nella sua Cover story, denuncia il fenomeno.

Nel reportage a cura di Paolo Fratter tre drammatiche testimonianze dirette, tra cui anche chi ha addirittura tentato il suicidio perché vessato da tassi insostenibili. Persone che però non si sono arrese e che hanno scoperto, attraverso trafile legali, lunghe e difficili, che avevano ancora una speranza.

A fare le spese dell’usura bancaria non sono solo privati cittadini, ma anche le aziende. Imprenditori che vedono le proprie fideiussioni ritirate e che sono costretti a licenziare dipendenti per impossibilità di onorare con le banche debiti troppo elevati. Inadempienze però che, se sottoposte a perizie, risultano essere dovute solo in parte e spesso si risolvono in risarcimenti di importi anche molto superiori a quelli versati. Secondo l’avvocato Serafino Di Loreto, tra i primi in Italia a occuparsi di usura bancaria, su 100mila conti esaminati dal 2010, più del 90% presenta anomalie.
Cifre da cui prende le distanze con fermezza L’Abi: secondo Laura Zaccaria, Responsabile della Direzione Norme e Tributi dell’Associazione Banche Italiane "pensare che tutti i rapporti con i clienti siano in mala fede non ha senso. In tutti i settori esistono mele marce, anche perché l'associazione non ha il controllo dei comportamenti degli associati. C'è un istituto ad hoc, la Banca d' Italia, che fa la vigilanza sulle banche".

È all'istituto di via Nazionale che spetta infatti il compito di sorvegliare l’attività delle banche ed eventualmente sanzionarle. "Con controlli – si legge nel sito – volti a garantire il rispetto della norme in materia di trasparenza, antiriciclaggio e usura". Cosa succede, invece? Quanti accertamenti vengono fatti? E come? Chi infrange le regole, come viene punito? Dopo più di un mese di tentativi, Bankitalia ha scelto di non rispondere a nessuna di queste domande poste da Sky TG24.

Leggi tutto