Sbarchi: mille migranti a Taranto, altri 300 a Pozzallo

1' di lettura

Sulle coste pugliesi oltre 200 minori, 100 dei quali non accompagnati. Il sindaco del comune nel ragusano: "Più di 11 mila arrivi nei primi 5 mesi dell'anno, peggio del 2013". A Milano oltre 150 profughi siriani per le operazioni di identificazione

Non si fermano gli sbarchi dei migranti sulle coste italiane. Oltre 1000 a Taranto; circa 300 a Pozzallo (Ragusa); 100 a Catania e 20 in Sardegna. Sono questi i numeri dei soccorsi della sola giornata del 10 giugno e che vede impegnati gli uomini della Marina Militare e della Guardia Costiera. "Tutto il peso dell'operazione Mare Nostrum ricade sulle spalle della Difesa, non ce la facciamo più, bisogna inserirla nel decreto Missioni se deve continuare" è l'allarme del ministro Pinotti.

A Taranto mille migranti - Tra i 1.026 migranti sbarcati a Taranto dalla nave San Giorgio della Marina militare italiana ci sono ben 252 minori, un centinaio dei quali non accompagnati e 12 donne incinte. I bambini più piccoli hanno tra i 4 e i 5 mesi di vita. Per un ragazzo è stato necessario il trasferimento in ospedale. Lunedì 9 giugno, con la nave Etna, erano arrivati altri 1300 profughi siriani e sudanesi, buona parte dei quali ha però la città pugliese per le città del centro e del nord Italia.


150 profughi siriani a Milano - E a Milano sono arrivati circa 150 profughi, per lo più di origine siriana, sbarcati sulle coste siciliane. Hanno raggiunto il capoluogo lombardo con treno partito da Reggio Calabria e sono arrivati in stazione Centrale per le operazioni di identificazione. La loro destinazione, però, è il nord Europa.


Ancora sbarchi a Pozzallo - Le coste siciliane restano però le più interessate dall'emergenza. A Pozzallo sono arrivati altri 300 migranti a bordo di una petroliera battente bandiera maltese. Il Centro di accoglienza è al collasso, e il sindaco lancia l'allarme: "Più di 11 mila arrivi nei primi 5 mesi dell'anno, peggio del 2013, lo stato faccia arrivare le navi in tutti i porti d'Italia". VIDEO.

Intanto, sono stati fermati i due presunti scafisti di due diversi natanti la cui traversata ha causato la morte di 3 migranti; altri 6 risultano ancora dispersi.

Mare nostrum - Mare Nostrum, l'operazione che mobilita senza sosta nel Mar Mediterraneo alcune unità della Marina nella ricerca di migranti, è iniziata lo scorso ottobre, dopo che 366 africani sono affondati nel capovolgimento del loro scafo al largo di Lampedusa. Il numero di migranti che hanno raggiunto l'Italia via mare in questi primi mesi dell'anno ha già raggiunto un totale di oltre 40.000, pari a quello degli sbarchi in tutto il 2013. Due terzi dei migranti, che provengono da decine di Paesi e comprendono molti siriani in fuga dalla guerra civile ed eritrei che sfuggono alla leva militare obbligatoria, lasciano poi l'Italia per altri Paesi.

Leggi tutto