Benzinai in sciopero il 18 giugno. Anche self-service fermi

Sciopero benzinai il 18 giugno, stop self-service da 14 a 17
1' di lettura

Distributori automatici chiusi per 4 giorni, dal 14 al 17. L'agitazione delle sigle sindacali indetta per protestare contro i prezzi alti imposti dalle compagnie in un contesto di "indifferenza e sostanziale inerzia della politica e delle istituzioni"

Distributori di benzina chiusi il 18 giugno e niente self service dal 14 al 17. Una serrata dovuta allo sciopero proclamato dalle categorie del settore carburanti (Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio) per protestare contro i "prezzi alti" imposti dalle compagnie in un contesto di "indifferenza e sostanziale inerzia della politica e delle istituzioni".

Gli orari della mobilitazione - I benzinai sul piede di guerra hanno scelto il giorno dell'assemblea dell'Unione petrolifera, che vede la partecipazione dei vertici delle principali compagnie, per fermare i distributori.
Le tre sigle hanno proclamato un'agitazione molto articolata: lo sciopero dei benzinai inizierà dalle ore 19:30 del 17 giugno per terminare alle ore 7:00 del 19 giugno. In autostrada invece protesta dalle ore 22 del 17 giugno alle ore 22 del 18 giugno nelle aree di servizio autostradali.

Lo stop dei self service invece partirà dalle 7 del mattino del 14 giugno fino alle 19.30 del 17 giugno e comporterà il relativo oscuramento dei prezzi "scontati" ad essi collegati e dell'insegna della compagnia. L'agitazione avrà anche una coda: dalla mezzanotte del 21 giugno alla stessa ora del 28 non sarà accettato alcun mezzo di pagamento elettronico e saranno sospese tutte le campagne promozionali di marchio su tutta la rete ordinaria.

I gestori lanciano un messaggio chiaro alle istituzioni che, secondo loro, "si limitano ad occuparsi di benzina solo per aumentarne sistematicamente le accise".

Leggi tutto