Sicilia, nuovi sbarchi: tre morti su un barcone

1' di lettura

Circa 200 migranti soccorsi a Pozzallo. Il sindaco a Sky TG24: a bordo ci sono vittime. "Non possiamo più accogliere nessuno", denuncia il primo cittadino di Porto Empedocle. Oltre 50mila arrivi da inizio d'anno

Continuano gli sbarchi in Sicilia, e si registrano morti tra i migranti (lo speciale). A Pozzallo, dove la notte scorsa sono arrivate 420 persone, ne sono giunte altre 100 domenica 8. A bordo, ci sono anche tre morti, come conferma la Marina Militare e, a Sky TG24, il sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna.

Duemila migranti in 48 ore - Nelle ultime 48 ore sono state soccorse oltre 200 persone. Tra queste anche molte donne e bambini, che spesso restano in balia del mare per diversi giorni.


Oltre 50mila arrivi da inizio d'anno - Il totale dall'inizio dell'anno supera così quota 50 mila, un numero che sta mettendo a dura prova non solo le unità impegnate nell'operazione Mare Nostrum ma anche le strutture di accoglienza che sono ormai al collasso. "Non possiamo più ricevere migranti" è lo sfogo del sindaco di Porto Empedocle Lillo Firetto a Sky TG24 (VIDEO).

Da Catania, invece gli ha fatto eco il sindaco Enzo Bianco ribadendo ancora una volta come "i Comuni sono ormai allo stremo a fronte degli incessanti sbarchi di migranti sulle coste siciliane. Gli enti locali dell'Isola - ha aggiunto - non sono più in grado di fronteggiare un'emergenza di così vaste proporzioni e lo sforzo va distribuito sul territorio di tutto il Paese".

Leggi tutto