Roma festeggia 20 anni di Gay Pride

1' di lettura

Nel luglio del 1994 nella capitale sfilò il primo corteo italiano. Ad aprire la manifestazione di oggi, il sindaco Marino. E il Coordinamento Roma Pride lancia un video per ricordare a Matteo Renzi gli impegni presi con la comunità Lgbtqi

Roma celebra i primi vent'anni del Gay Pride e lo fa in grande stile, con una sfilata che attraversa il centro della Capitale tra colori e bandiere arcobaleno (LE FOTO). Ad aprire la manifestazione il sindaco Ignazio Marino, che lo scorso anno - nel suo primo weekend da primo cittadino - declinò l'invito delle associazioni per "impegni familiari". E' la seconda volta che un sindaco prende parte al Pride, da quando Francesco Rutelli partecipò all'edizione inaugurale: era il 1 luglio 1994.

#matteometticilafaccia - Presente nella capitale, oltre a Marino, anche il leader di Sel e governatore della Puglia, Nichi Vendola, che proprio in vista della kermesse del 7 giugno si è impegnato in prima persona facendosi fotografare con il suo compagno per lo spot a favore dei diritti degli omosessuali. Ed il Coordinamento ha lanciato un video per ricordare al premier Matteo Renzi "gli impegni presi con la comunità Lgbtqi durante le primarie del Partito Democratico e subito prima di sostituire al Governo Enrico Letta". #matteometticilafaccia l'hashtag lanciato dagli attivisti che rilanciano lo slogan "Adesso fuori i diritti".

"Adesso fuori i diritti" - "Adesso fuori i diritti". Questo lo slogan che ha accompagnato il Gay Pride per le strade del centro storico. I manifestanti si sono trovati in piazza della Repubblica, per poi raggiungere largo Corrado Ricci, nel cuore dei Fori Imperiali, attraverso via Cavour, via Merulana, via Labicana e piazza del Colosseo.


Leggi tutto