Milano, morto dopo arresto: pm chiede 7 anni per gli agenti

Michele Ferrulli
1' di lettura

I 4 poliziotti sono imputati per omicidio preterintenzionale in relazione al decesso di Michele Ferrulli, il 51enne stroncato da un arresto cardiaco durante un intervento delle forze dell'ordine. Il magistrato: "Contro di lui una violenza ingiustificata"

Sette anni di reclusione. È questa la richiesta del pm nei confronti di 4 poliziotti imputati nel processo per la morte di Michele Ferrulli, il 51enne stroncato da un arresto cardiaco durante un intervento delle forze dell'ordine a Milano.
Gli agenti, che la sera del 30 giugno 2011 fermarono l’uomo in via Varsavia dopo una segnalazione per schiamazzi in strada, sono imputati per omicidio preterintenzionale e falso in atto pubblico.

Il pm: "Una violenza ingiustificata" - Durante le requisitoria, il pm di Milano Gaetano Ruta ha sostenuto che Ferrulli "ha subito una violenza gratuita non giustificabile". "Erano quattro persone giovani in piedi contro una persona anziana, che era a terra completamente bloccata - ha affermato il magistrato ricostruendo quanto accadde in via Varsavia - vogliamo veramente ritenere che potesse avere giustificazione l'esercizio di una violenza fisica? C'era un uomo contro quattro, che aveva le gambe bloccate e non aveva capacità di movimento. E' stato colpito prima tre volte, poi altre sette".

La figlia: “Lo Stato è dalla nostra parte” - "Non ci sentiamo più soli, ora sappiamo che lo Stato è dalla nostra parte". Lo ha detto Domenica Ferrulli, la figlia di Michele Ferrulli. "E' un processo difficile e doloroso - ha proseguito - la nostra speranza è che gli agenti vengano condannati e non indossino più la divisa, per rispetto di mio padre e anche di chi la indossa onestamente".

Il fermo e la morte di Ferrulli - La sera del 30 giugno di un anno fa, Ferrulli, manovale e facchino di 51 anni si trovava in via Varsavia (periferia sud-est di Milano), vicino ad un bar, dove una volante della polizia intervenne perché da una casa vicina erano arrivate lamentele per i continui schiamazzi in strada (GUARDA LE FOTO). L'uomo, stando a quanto era stato riferito in Questura, era ubriaco, "aggressivo e ostile". Dopo aver minacciato a parole i poliziotti, Ferrulli, aveva spiegato ancora la Questura, improvvisamente aveva cercato di colpire un agente, ma era stato fermato dall'altro. Ne era nata una colluttazione, lunga e ripresa anche in alcuni filmati finiti agli atti dell'indagine.

Leggi tutto