Iovine: "Da camorra soldi per tutti, anche per i sindaci"

1' di lettura

Depositato il verbale dell'ex boss che nei giorni scorsi ha deciso di collaborare: "Il sistema era completamente corrotto. Anche chi dovrebbe rappresentare la parte buona dello Stato è stata quantomeno connivente se non complice"

"C'erano soldi per tutti in un sistema che era completamente corrotto", anche “per sindaci". A dirlo è il boss dei Casalesi Antonio Iovine in un interrogatorio reso nei giorni scorsi davanti ai magistrati. "Non aveva alcuna differenza il colore politico del sindaco - ha  spiegato Iovine – perché il sistema era ed è operante allo stesso modo".
"In questo ambito naturalmente – ha aggiunto l’ex boss della Camorra - si deve considerare anche la parte politica ed i sindaci dei comuni, i quali avevano l'interesse a favorire essi stessi e alcuni imprenditori in rapporto con il clan, per avere dei vantaggi durante le campagne elettorali in termini di voti e finanziamenti.

"Anche chi ci contrastava era almeno connivente" - "Generalmente – prosegue Iovine, che nei giorni scorsi ha detto di voler collaborare con la giustizia - io ero del tutto indifferente rispetto a chi si candidava a sindaco nel senso che chiunque avesse vinto automaticamente sarebbe entrato a far parte di questo sistema da noi gestito". "Devo però anche dire - aggiunge - che altre persone del clan potevano avere passione per la politica e comunque un interesse per un candidato piuttosto che per un altro".
Nell’interrogatorio, rilasciato nei giorni scorsi ma i cui dettagli sono filtrati solo in queste ore, Iovine spiega che "anche la parte politica che dovrebbe rappresentare la parte buona dello Stato è stata quantomeno connivente con questo sistema se non complice. Sicuramente era del tutto consapevole di come andavano le cose".

"Nelle casse del clan anche finanziamenti del ministero" - Nelle casse del clan dei Casalesi, in particolare, sempre stando alle dichiarazioni dell’ex boss che avrebbe deciso di pentirsi, sarebbero finiti alcuni finanziamenti del Ministero dell'Agricoltura per il rimboschimento nell'alto Casertano.

Leggi tutto