Barcone con almeno 400 migranti naufraga a sud di Lampedusa

1' di lettura

Un'imbarcazione è affondata a un centinaio di miglia dall'isola. Recuperati 14 cadaveri, 200 i dispersi. Alfano: "L'Europa non ci sta aiutando". La Commissione Ue si dice "scioccata". "Terra di Mezzo": lo speciale di Sky TG24

Un barcone con a bordo almeno 400 migranti è naufragato a circa un centinaio di miglia a sud di Lampedusa. Le motovedette italiane avrebbero già recuperato 14 cadaveri. Oltre duecento le persone portate in salvo. “I numeri non sono definitivi”, ha precisato la Marina militare. Sul luogo dell’incidente sono arrivati, oltre ai mezzi impegnati nell'operazione Mare nostrum, anche alcuni mercantili dirottati nella zona per aiutare i soccorsi.

Alfano: “L’Europa non ci sta aiutando” – “Ci sono stati molti morti vicino alla Libia, le nostre navi sono lì a recuperare i morti e a soccorrere i vivi: l'Europa non ci sta aiutando. Si faccia carico di accogliere i vivi", ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano (video). “L'Italia non può diventare la prigione dei rifugiati politici”, ha aggiunto. E a chi nel nostro Paese contesta le politiche del governo sull’immigrazione, soprattutto Lega e Forza Italia, ha detto: “Chiediamo, di fronte a questi e altri morti, di passarsi una mano sulla coscienza”.
A margine del Consiglio Ue Affari esteri è arrivato anche il commento del ministro Federica Mogherini. La priorità dell'Italia “è salvare vite umane”, ma il problema dell'immigrazione nel Mediterraneo "deve essere affrontato dall'Unione europea e i miei colleghi lo sanno”, ha detto.

Commissione Ue “scioccata” – Del naufragio tra Lampedusa e la Libia ha parlato anche la Commissione Ue. Il commissario Cecilia Malmstrom si è detta “scioccata" dalla “nuova tragedia”, ha ringraziato le autorità italiane e ha chiesto a "tutti gli Stati membri di dimostrare solidarietà” e di "discutere nel prossimo Consiglio Interni come si può contribuire ad affrontare le sfide nel Mediterraneo”.

Leggi tutto