Maggio di scioperi per treni, aerei e scuole: ecco le date

Un mese di scioperi per treni, aerei, scuola e banche
1' di lettura

Un mese "nero" nel settore dei trasporti per chi viaggia. Le proteste riguardano anche i dipendenti di Bnl Gruppo Bnp Paribas, gli impianti di benzina nelle aree autostradali e il personale docente e Ata degli istituti primari e secondari

Un mese nero per i trasporti. A maggio saranno numerosi i disagi per chi viaggia e si sposta in treno e in aereo o utilizza mezzi pubblici. Sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è possibile consultare il calendario completo degli scioperi che potrebbero essere revocati o modificati.

Lo stop dei benzinai - Si comincia con il ponte del primo maggio: dal 3 all'8 maggio sciopereranno i gestori degli impianti di benzina nelle aree autostradali, dalle 22 alle 6 del mattino. La protesta è stata indetta da Faib-Confeserecnti, Fegica-Cisl e Anisa-Confcommercio.

Tre giorni di disagi per chi viaggia in aereo - Problemi anche per chi si muove in aereo. Sabato 3 maggio è previsto uno stop di quattro ore, dalle 12,30 alle 16,30, del personale dell'Ente Nazionale di Assistenza al Volo (Enav). Nello stesso orario si fermeranno anche i dipendenti di Sea e Sea Handling negli aeroporti di Linate e Malpensa. In questi scali è anche previsto uno sciopero di 24 ore il 16 maggio, quando a fermarsi saranno sarà il personale navigante di cabina di EasyJet aderente ad Avia e il personale navigante di Meridiana Fly. Sempre il 16 maggio, dalle 12 alle 16, incrocerà le braccia il personale navigante di cabina del gruppo Alitalia-Cai. Il 30 maggio sarà la volta degli assistenti di volo di EasyJet aderenti a Filt-Cgil e Fit-Cisl che si fermeranno per 24 ore e del personale di terra e di volo del gruppo Meridiana.

La protesta delle ferrovie il 28 maggio – Chi viaggia in treno dovrà segnare in agenda la data di mercoledì 28 maggio. Dalle 21, per 24 ore, sciopero dei dipendenti del gruppo Fsi, Trenord e Ntv, che coinvolgerà anche le aziende del settore del trasporto merci.

Lo sciopero nella scuola - Il 6 e il 7 maggio è previsto uno stop dei Cobas che riguarderà il personale docente, dirigente e Ata della scuola d'infanzia primaria. Il 13 maggio sarà la volta dei Cobas e lo stop riguarderà il personale docente, dirigente e Ata della scuola secondaria di primo e secondo grado. Nello stesso giorno si fermerà anche il personale docente, dirigente e Ata delle scuole medie e superiori aderente ai Cub.

Banche e telecomunicazioni - Gli scioperi interesseranno anche il settore del credito e delle telecomunicazioni. Il 2 maggio si fermeranno per l'intera giornata i dipendenti del gruppo Bnl Gruppo Bnp Paribas per una protesta indetta da Cub-Salica Credito e Assicurazioni. Il 9 maggio sarà la volta di Unicredit Credit Management Bank. Sarà poi la volta dei lavoratori di Telecom Italia, aderenti alla Cisal Comunicazione, che dal 6 al 21 maggio incroceranno le braccia con modalità diverse a secondo i settori. Dal 9 al 21 maggio è prevista anche una protesta del sindacato Snater.


Leggi tutto