Lecco, tre bambine uccise. Fermata la madre: ha confessato

1' di lettura

Le vittime sono tre sorelline di origini albanesi di 3, 10 e 13 anni. La mamma, che ha tentato il suicidio, è crollata durante l'interrogatorio: "Ero disperata, sono stata io". La donna si stava separando dal marito. Alfano: "Enorme tristezza"

Tre bambine sono state uccise a coltellate a Lecco. Fermata la mamma, una donna di origini albanesi di 37 anni, che ha confessato dopo un lungo interrogatorio. La madre era in casa insieme ai corpi delle tre sorelline. Ha riportato delle ferite da taglio, probabilmente procurate dal tentativo di togliersi la vita.
Le vittime del triplice omicidio sono tre bambine di 3, 10 e 13 anni di età. Il delitto è avvenuto all'alba in un'abitazione in corso Bergamo, nel rione Chiuso, periferia sud della città. L'allarme sarebbe stato dato da un vicino di casa che avrebbe visto la donna ricoperta di sangue sul pianerottolo e avrebbe subito chiamato il 118.

Le indagini - Sin dalle prime ore di stamani la posizione della mamma è stata al vaglio dei Carabinieri del Nucleo Investigativo. La confessione sarebbe avvenuta intorno alle 13, come ha spiegato il comandante provinciale dei carabinieri di Lecco, il tenente colonnello Rocco Italia. "Ero disperata, sono stata io" ha detto alla fine di un lungo interrogatorio.
Il padre delle bimbe, che si stava separando dalla moglie e che non abitava con la famiglia, è stato rintracciato tramite i parenti. Si trovava in viaggio verso l'Albania, paese natale. Secondo indiscrezioni, aveva programmato il viaggio da tempo.

La ricostruzione del tentente colonnello Roberto Italiano del Comando Provinciale dei Carabinieri di Lecco



Alfano: "Enorme tristezza" - Sul triplice omicidio era intervenuto il ministro dell'Interno Angelino Alfano, ospite nella mattinata di domenica de L'Intervista di Maria Latella su Sky TG24. Appresa la notizia del fermo della mamma delle tre sorelline, il titolare del Viminale ha twittato: "Arrestata dai Carabinieri la madre delle tre sorelline uccise a Lecco. Gesto di follia scatenato da separazione dal padre. Enorme tristezza".

Leggi tutto