'Ndrangheta, smantellata "banca clandestina" in Brianza

1' di lettura

Sono più di 30 gli arresti in Lombardia e altre regioni. Le accuse sono di associazione mafiosa, riciclaggio, usura, estorsione, corruzione, esercizio abusivo del credito e intestazione fittizia di beni e società

Sono 34 le persone arrestate tra la Lombardia e altre regioni nella maxi-operazione anti 'ndrangheta in Brianza eseguita dalla polizia e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano. A Seveso alcuni degli indagati avrebbero addirittura costituito una "banca clandestina" con la copertura e collusione di dipendenti postali, bancari e imprenditori.

Le accuse per gli arrestati sono di associazione mafiosa, riciclaggio, usura, estorsione, corruzione, esercizio abusivo del credito e intestazione fittizia di beni e società. Reati in gran parte aggravati dall'utilizzo del metodo intimidatorio tipicamente mafioso e dalla finalità di agevolare l'attività dell'associazione mafiosa.

L'organizzazione, oltre ad esportare capitali in Svizzera e a San Marino, avrebbe reimpiegato i soldi acquisendo il controllo di attività economiche, in particolare nel settore edilizio, dei trasporti, della nautica, delle energie rinnovabili, del commercio, della ristorazione, e degli appalti e lavori pubblici.

Leggi tutto