Evasione da Rebibbia: arrestato anche il secondo detenuto

Sergio Di Palo, evaso dal carcere di Rebibbia il 12 febbraio
1' di lettura

Sergio Di Palo, 35 anni, si nascondeva con un falso nome nell'ospedale di San Benedetto del Tronto.  Era ricoverato in seguito a una frattura alla gamba riportata durante la fuga

E' stato catturato Sergio Di Palo, 35 anni, il detenuto che insieme a Giampiero Cattini, era evaso il 12 febbraio scorso dal carcere di Rebibbia. Gli agenti della Squadra mobile di Roma, in collaborazione con i colleghi di Ascoli Piceno, del Commissariato di San Benedetto del Tronto e della Scientifica, hanno rintracciato ed arrestato l'uomo, detenuto per spaccio di stupefacenti, nell'ospedale di San Benedetto del Tronto, dove era ricoverato dopo un intervento chirurgico a una gamba.

La notte della fuga, infatti, Di Palo si era ferito gravemente ad una gamba: utilizzando un nome falso si è fatto medicare presso l'Ospedale San Filippo Neri, dove dopo poco è stato prelevato da alcuni complici che gli hanno fornito un documento falso e lo hanno accompagnato all'ospedale di San Benedetto del Tronto, dove è stato ricoverato e operato.

Di Palo era evaso calandosi dal muro di cinta del carcere romano insieme con Giampiero Cattini, individuato ed arrestato il giorno successivo nel quartiere romano di San Basilio, a casa dei genitori.  Entrambi i detenuti avrebbero dovuto scontare la pena in carcere fino al 2018 e si erano dati alla fuga calandosi da un muro di cinta con delle  lenzuola annodate e lasciando un biglietto di scuse.

Leggi tutto