Camorra, faida Scampia: arrestato il boss Mario Riccio

1' di lettura

Considerato dagli investigatori il capo del clan 'Amato-Pagano', era inserito nell'elenco dei 100 latitanti più pericolosi. Ha una condanna a 16 anni per associazione a delinquere di tipo mafioso e droga. VIDEO

La Polizia ha arrestato Mario Riccio detto Mariano, considerato dagli investigatori il capo del clan 'Amato-Pagano' e parente di Cesare Pagano, storico capo di Scampia. Latitante dal 2011, Riccio è stato bloccato dagli uomini della Squadra mobile di Napoli e del Servizio centrale operativo della Polizia.

Riccio è inserito nell'elenco dei cento latitanti più pericolosi del ministero dell'Interno ed ha una condanna a 16 anni per associazione a delinquere di tipo mafioso e droga: è ritenuto dagli inquirenti uno dei responsabili della seconda guerra di Scampia. Gli uomini della mobile e dello Sco della Polizia lo hanno bloccato in un'abitazione di Qualiano, a nord di Napoli, dove l'uomo era con la compagna e il figlio minorenne.

Marco Di Lauro è ora l'ultimo dei latitanti napoletani protagonista della guerra di camorra di Scampia.  E' attorno a lui che gli inquirenti stringono il cerchio per  catturarlo.

Leggi tutto