Maltempo, l'emergenza continua: 3 morti in Sicilia

1' di lettura

Due donne e una bimba hanno perso la vita dopo che la loro auto è stata travolta dall'acqua nel siracusano. La Protezione civile: "Allerta in Friuli, Veneto ed Emilia". Frane in Calabria. Scuole chiuse a Ostia, inviato l'esercito a Fiumicino. NEWS

Neve e temporali spingono l'Italia sott'acqua e, nonostante il lavoro delle idrovore, gran parte dello Stivale è allo stremo, obbligando più di un'autorità a decretare lo stato di emergenza (le previsioni).
Il maltempo ha fatto anche tre vittime in Sicilia (FOTO): due donne e una bambina che erano a bordo di un'auto finita in un torrente in piena. Dopo frane, crolli, esondazioni, guasti alle linee elettriche e blackout di condotte idriche e fognarie che hanno interessato molte zone dell'Italia, è arrivato il via libera per l'intervento dell'esercito nella zona di Fiumicino.
ça Protezione civile, con un'altra allerta meteo, fa sapere che la situazione non è in via di miglioramento, decretando per lunedì 3 febbraio criticità rossa per Friuli Venezia Giulia, per le pianure dell'Emilia e per il Veneto centrale.  Allerta anche per la parte restante del Veneto e la Val D'Aosta.

Intanto il maltempo, spiegano gli esperti, durerà ancora una settimana. Nel Bellunese è finita nel primo pomeriggio del 2 febbraio l'emergenza elettricità e, grazie a 70 gruppi elettrogeni, è stata ripristinata la corrente elettrica. Continua ad essere difficile la situazione in Friuli Venezia Giulia, dove la Protezione Civile, d'intesa con il presidente della Regione Debora Serracchiani, ha decretato lo stato d'emergenza (AUDIO).
Le forti nevicate in Alto Adige hanno obbligato le autorità a chiudere la maggior parte dei passi, allo stesso modo della funicolare della Mendola, una delle più grandi d'Europa.

Scuole chiuse ad Ostia - Più pesante la situazione a Roma, dove l'apertura delle scuole, ha fatto sapere il sindaco Ignazio Marino, sarà oggetto di un incontro ad hoc con i tecnici. Saranno invece chiuse a Ostia e nella zona del litorale. Ma gli effetti del maltempo si sono fatti sentire in maniera acuta nella zona di Fiumicino, non a caso il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, ha inviato l'esercito a Isola Sacra, l'area più colpita dai temporali di questi giorni.

Danni in Calabria e in Sicilia - Lo spostamento verso Sud del maltempo, con vere e proprie bombe d'acqua, ha provocato danni ingenti: 21 famiglie sono state evacuate a Cerenzia, nel Crotonese, a causa di una frana che ha messo a rischio alcuni edifici.
Ma le forti piogge hanno interessato anche il resto della Calabria, infatti secondo l'Arpacal nelle ultime 48 ore si sono riversate piogge per oltre 300 mm nella zona di Catanzaro e 430 sul versante ionico meridionale. Drammatica la situazione in Sicilia, dove due donne e una bambina di 7 anni hanno perso la vita a Siracusa in un incidente verificatosi mentre l'auto sulla quale si trovavano insieme ad altre 4 persone è finita nel fiume Asinaro, ingrossatosi per le piogge.

LA CRONACA DELLA GIORNATA

Leggi tutto