Incidente in volo: morto Calligaris, capo aviazione Esercito

1' di lettura

Il generale era a bordo di un elicottero insieme a un allievo per un volo di addestramento sulla zona di Viterbo. Il velivolo è precipitato probabilmente dopo aver toccato dei cavi dell’alta tensione. Sono morti entrambi. Cordoglio di Letta e Mauro

Un incidente in elicottero durante un’operazione di addestramento in volo. Sono morti così il generale Giangiacomo Calligaris, comandante dell'intera Aves, l'aviazione dell'Esercito italiano, e l’allievo Paolo Lozzi. I due erano in volo sul viterbese quando l’elicottero AB206 si è schiantato al suolo.
Il velivolo è precipitato nella zona di Monte Romano, area di abituale addestramento dell'Aves. Probabile causa sarebbe stato l'aver incrociato alcuni cavi dell'alta tensione che hanno bloccato le pale del rotore e fatto precipitare il velivolo, senza lasciare scampo ai due ufficiali a bordo.

Le missioni all’estero e in Italia di Calligaris - Il generale Giangiacomo Calligaris, 57 anni, napoletano, morto oggi nell'incidente all'elicottero su cui viaggiava, aveva assunto il comando dell'aviazione dell'esercito nel marzo 2013. Tanti i teatri internazionali in cui ha operato dall'Operazione "Joint Guardian" in Kosovo, all'Antica Babilonia in Iraq dove è stato vice-comandante dell'Italian Joint Task Force Iraq. E' stato coordinatore delle operazioni "ISAF" in Afghanistan, in Ciad ed ad Haiti per il terremoto. Ha coordinato le operazioni di evacuazione di connazionali dalla Tunisia, dall'Egitto e dalla Libia nel corso della Primavera Araba.
Sul territorio nazionale ha partecipato all'Operazione Vespri Siciliani, all'Operazione "Riace", "Calabria" e "Salento". E' stato insignito della Croce d'Oro, Croce d'Argento e Croce di Bronzo al merito dell'Esercito e di numerose onorificenze internazionali tra le quali la medaglia "Meritorius Service Medal" degli Stati Uniti d'America e la medaglia "Military Cooperation Consolidation Medal" della Federazione Russa.

Il cordoglio di Letta e Mauro - Tanti i messaggi di cordoglio espressi in queste ore. Il premier Enrico Letta a nome suo personale e del governo, esprime il più sentito cordoglio per la morte del comandante dell'Aviazione dell'Esercito, generale di divisione Giangiacomo Calligaris, e del tenente Paolo Lozzi". "Consapevole e grato del lavoro che quotidianamente svolgono in Italia e nelle missioni internazionali uomini e donne delle nostre Forze Armate", il premier "è particolarmente vicino, in questo momento di profondo dolore, all'Esercito e al suo Comando aviazione, e si stringe ai familiari delle vittime". 
Il ministro della Difesa, Mario Mauro, si dice "addolorato per due vite spezzate così prematuramente" e fa avere ai familiari dei due ufficiali, "a nome di tutto il personale della Difesa e mio personale, la solidarietà, vicinanza e partecipato dolore di chi serve quotidianamente il Paese".

Leggi tutto