Maltempo: allerta in Liguria, neve in Piemonte

1' di lettura

Una perturbazione di origine atlantica in arrivo su tutta la Penisola. Massima attenzione per rischio idrogeologico nei bacini liguri di Levante e Ponente. Forti piogge in tutto il Nord. Da venerdì previsti venti forti al Sud

Una perturbazione di origine  atlantica raggiungerà nelle prossime ore la gran parte delle regioni italiane. La fase di maltempo sarà caratterizzata da precipitazioni diffuse al Nord e sulla Toscana, nevicate a bassa quota a Nord-Ovest e a quote superiori sui restanti settori alpini e prealpini. Al Centro-Sud è previsto un consistente aumento della ventilazione. Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le Regioni coinvolte - alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati - ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

Forti piogge in tutto il Nord - I fenomeni meteorologici potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche, che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del  Dipartimento. L'avviso meteo prevede  dalla serata di giovedì precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio o temporale su Liguria, Toscana, Emilia Romagna e in successiva estensione, dalle prime ore di venerdì, al Friuli Venezia Giulia.

Nevicate a bassa quota - Sono previste nevicate a quota di pianura e fondovalle sul Piemonte e la Valle d'Aosta con appoti al suolo da moderati a  localmente abbondanti in particolare sui settori meridionali del  Piemonte e occidentali della Valle d'Aosta. Inoltre sono previste nevicate, al di sopra dei 400-600 metri, sulla Lombardia e sulla  provincia autonoma di Trento con quota neve in graduale rialzo fino agli 800-1000 metri. Gli apporti al suolo varieranno da moderati a localmente abbondanti. Venti forti o di burrasca sono attesi dai  quadranti meridionali su Emilia Romagna e Marche.

Criticità rossa per rischio idrogeolico in Liguria - Dalle prime ore di venerdì si prevedono venti forti o di burrasca dai quadranti meridionali sul Lazio, l'Abruzzo, l'Umbria, il Molise e la Sicilia in successiva estensione verso la  Calabria, la Basilicata e la Puglia. Saranno possibili mareggiate lungo le coste esposte. Sulla base dei fenomeni previsti, che interesseranno buona parte delle regioni italiane, è stato valutato, per la giornata di giovedì, una criticità rossa per rischio idrogeologico sui bacini Liguri di Levante e Ponente. Sui bacini liguri marittimi di centro, i bacini liguri padani di levante e ponente è stata valutata una criticità arancione per  rischio idrogeologico. Per la giornata di venerdì è stata valutata una criticità rossa per rischio idrogeologico sulla Liguria di ponente e  di levante.

Allerta in tutto il Nord - E' prevista inoltre una criticità arancione sulle restanti parti della Liguria, su gran parte dell'Emilia Romagna, sul Nord della Toscana e sui bacini del tagliamento e del Livenza in Friuli Venezia  Giulia. Infine in criticità gialla alcune zone occidentale della Lombardia, la restante parte della Toscana e del Friuli, sulla pianura veneta e sulla parte montana del bacini romagnoli.

Leggi tutto