Raffica di scioperi, gennaio di disagi nei trasporti

1' di lettura

Si comincia l'8 con la mobilitazione dei dipendenti dell'Enav, mentre il 9 sarà la volta dei lavoratori degli scali di Linate e Malpensa. Il 18 si ferma il personale di cabina di Easyjet, il 29 protesta Meridiana. E il 24 tocca al trasporto urbano

Dopo la pausa natalizia nuovi disagi in vista per chi si deve spostare. A gennaio è in arrivo una raffica di scioperi nel trasporto aereo e in quello pubblico locale. Stop anche nel settore delle telecomunicazioni.

Si comincia mercoledì 8 gennaio con lo sciopero di 4 ore dei lavoratori dell'Enav, indetto dall'Anpcat. Si articolerà dalle 13:00 alle 17:00 e saranno assicurati i voli di Easy Jet.
Il giorno dopo, giovedì 9 gennaio, la protesta nel settore aereo è stata proclamata dall'Usb Lavoro Privato e coinvolgerà il personale Sea e Sea Handling degli aeroporti milanesi di Linate e Malpensa. Lo stop coinvolgerà la fascia compresa dalle 10:00 alle 14:00.

Sabato 18 gennaio sarà la volta del personale navigante di cabina di EasyJet. Lo sciopero, proclamato dall'Avia, sarà di 4 ore, dalle 12:00 alle 16:00. Nella stessa giornata stop (sempre dalle 12:00 alle 16:00) dei dipendenti della Sea e Sea Handling aderenti a Cub-Trasporti.

L'ultima protesta nel trasporto aereo ci sarà mercoledì 29: a incrociare le braccia sarà il personale di terra e di volo del Gruppo Meridiana. Lo sciopero, indetto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Ugl Trasporti, sarà di 24 ore. Stop anche per il personale navigante sempre di Meridiana aderente all'Usb-Lavoro Privato (dalle 00:00 alle 23:59).

Venerdì 24 gennaio disagi in vista per chi deve prendere metro, bus e tram. E' previsto uno sciopero, indetto dall'Usb Lavoro Privato, che coinvolgerà il trasporto pubblico locale. Lo sciopero del personale si articolera' in 24 ore con modalità territoriali e con il rispetto delle fasce di garanzia.

Leggi tutto