Sbarchi, 233 migranti tratti in salvo a sud di Lampedusa

1' di lettura

Erano su un’imbarcazione di una decina di metri che è stata soccorsa dalle unità militari San Marco e Urania. Gli immigrati, provenienti da Eritrea, Nigeria, Somalia, Pakistan, Zambia e Mali, saranno trasferiti nel porto di Augusta, a Siracusa

Una imbarcazione di una decina di metri con a bordo 233 migranti privi di salvagente, tra i quali anche sette donne, è stata localizzata e soccorsa dalle Unità della Marina Militare e dagli elicotteri del dispositivo Mare Nostrum a circa 80 miglia a sud di Lampedusa.
La barca, di circa 10 metri, è stata localizzata intorno alle 19.30 di mercoledì 1° gennaio e subito sono partiti i soccorsi da parte delle unità militari San Marco e Urania, con mare forza 3 e vento da Nord Ovest a 8 nodi.

Il mare mosso e il gran numero di persone a bordo ha indotto a dichiarare lo stato di emergenza, e poco dopo le 20 i migranti, provenienti da Eritrea, Nigeria, Somalia, Pakistan, Zambia e Mali, sono stati trasbordati a bordo della nave San Marco. Soccorsi e assistiti, gli occupanti del barcone saranno successivamente trasferiti a bordo della fregata Zeffiro e, su indicazione del Ministero degli Interni, trasferiti nel porto di Augusta (Siracusa), dove è previsto l'arrivo per la serata del 2 gennaio.

Leggi tutto