Assisi, madre e figlio morti in un incendio in casa

1' di lettura

Il rogo, avvenuto nella notte, è stato probabilmente innescato da una sigaretta accesa dall'altro figlio, ora indagato. L'abitazione si trova a poche centinaia di metri dal Sacro Convento, nel centro storico della città

Una donna di 68 anni e il figlio 42enne sono morti nell'incendio di un appartamento nel centro storico di Assisi, in provincia di Perugia.
Secondo quanto si è appreso, la chiamata ai vigili del fuoco è arrivata alle 2.35 di sabato 28 dicembre e segnalava un incendio in un'abitazione in via Merry del Val. La casa si trova a poche centinaia di metri dal Sacro Convento di Assisi, nel centro storico della città. Giunti sul posto i vigili hanno trovato i due corpi.

Dagli accertamenti dei carabinieri e dei vigili del fuoco è emerso che le fiamme sono partite dalla camera da letto, interessando poi anche l'ingresso della casa. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori anche quella che il fuoco sia stato innescato da una sigaretta accesa, estendendosi rapidamente al materasso e ad alcuni libri.
Per questa ragioen, secondo quanto riferito da alcune agenzie di stampa, l'altro figlio sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati con l'ipotesi di reato di omicidio colposo. Gli inquirenti, coordinati dal sostituto procuratore Manuela Comodi, lo hanno sentito nella notte. Sarebbe stata sua la sigaretta caduta sul letto nella sua stanza al piano terra a innescare il rogo da cui è scaturito il fumo che ha intossicato i due parenti. Poi sarebbe stato lui stesso, comunque, a uscire di casa per chiedere aiuto, ma i soccorsi sono arrivati quando era già troppo tardi
Madre e figlio, che erano in pigiama, sono stati trovati dai vigili del fuoco in cucina dove avevano cercato probabilmente di rifugiarsi.
Personale medico ha anche tentato di rianimarli ma i soccorsi sono stati vani.

Leggi tutto