Deputato Pd si barrica nel Cie di Lampedusa

1' di lettura

Khalid Chaouki si dice intenzionato a restare nel centro finché il ragazzo che ha girato il video shock non sarà trasferito. A Sky TG24 racconta: "Qui ho trovato una situazione di degrado e illegalità"

Ha varcato il cancello del centro d'accoglienza di Lampedusa ed è intenzionato a restarvi finché non sarà trasferito il ragazzo che ha girato il video shock sulle condizioni del centro reso noto dal Tg2. Khalid Chaouki, deputato del Pd, all'interno del Cie ha trovato quello che temeva, "un luogo indegno dove sette eritrei (tra i quali una donna) sopravvissuti al naufragio dello scorso 3 ottobre in cui morirono 366 persone, sono ancora qui, e dove 6 siriani da due giorni sono in sciopero della sete e della fame".Il deputato, 30 anni e 2 figli, si è barricato all'interno della struttura e non ha alcuna intenzione di uscire: "Mi rifiuto di abbandonare i profughi siriani ed eritrei nella loro solitudine" scrive il deputato in una lettera a La Stampa.

Chaouki: "Situazione di illegalità e degrado" - Interpellato telefonicamente da Sky TG24 (video qui sopra) Chaouki spiega: "Non è la prima volta che vengo al Cie di Lampedusa, ma ho deciso di parlare direttamente con i profughi e gli operatori". La situazione, spiega il deputato, "è come quella che avevo visto all'indomani della tragedia del 3 ottobre: un degrado totale". Tra gli ospiti della struttura, prosegue Chaouki ci sarebbero ancora sette superstiti del naufragio dello scorso ottobre. "Andrebbero trasferiti nei centri adeguati" spiega. E aggiunge: "Questo centro di prima accoglienza deve ospitare le persone per non più di 96 ore, siamo in una situazione di illegalità". Il deputato del Pd prosegue descrivendo le condizioni in cui vivono i migranti trattenuti: "Mangiano dove dormono, non c'è una mensa". Una situazione che "non possiamo più permetterci dopo i richiami dell'Unione Europea". I profughi "chiedono di sapere quale sarà il loro destino. Resterò qui a oltranza - conclude - perché credo che sia il minimo per un parlamentare della Repubblica preoccuparsi che le leggi vengano rispettate".


Qui sotto il tweet col quale Khalid Chaouki ha annunciato il suo gesto:


Leggi tutto