Lampedusa, video choc su migranti. Alfano: colpevole pagherà

1' di lettura

Polemiche dopo la diffusione delle immagini del Tg2 che mostrano una decina di migranti nudi e in fila per essere spruzzati con un composto medicinale, attraverso un tubo, perché affetti da scabbia. Boldrini: "Trattamento indegno di un Paese civile"

Una decina di migranti si spoglia mentre fa la fila nel cortile del centro di accoglienza di Lampedusa. Sono nudi, nel freddo di dicembre e sono in fila per essere spruzzati con un composto medicinale, attraverso un tubo collegato a una pompa, perché affetti da scabbia.
Queste immagini, che il sindaco dell'isola Giusi Nicolini ha definito "da lager", sono state trasmesse dal Tg2.

Boldrini: "Trattamento indegno di un Paese civile" - Non usa mezzi termini il presidente della Camera Laura Boldrini: "Il trattamento riservato agli immigrati è indegno di un Paese civile. Quelle immagini non possono lasciarci indifferenti". Il ministro dell'Interno Angelino Alfano assicura che "chi ha sbagliato pagherà", parole che il titolare dell'Immigrazione, Cecile Kyenge, fa sue, aggiungendo che quanto accaduto a Lampedusa è "inaccettabile in uno Stato democratico. E' disumano far denudare una persona, la rende una 'non persona'".
E il premier Enrico Letta annuncia che "il governo farà un'indagine approfondita e sanzionerà le responsabilità se saranno accertate".

Il ragazzo autore del filmato, un immigrato ospite della struttura da oltre due mesi, riferisce che "uomini e donne subiscono lo stesso trattamento; la stessa umiliazione ogni tre, quattro giorni, per curare la scabbia, una malattia che molti di noi hanno preso proprio nel centro".
Gli immigrati si dispongono in fila, a gruppi; ammassano a terra i loro vestiti e vengono spruzzati con il preparato.

Leggi tutto