Forconi, cortei e blocchi da Ventimiglia a Palermo

1' di lettura

Bloccato per ore l'accesso in auto tra Francia e Piemonte. A Torino nove denunciati. Tensioni all'Università la Sapienza, scontri tra studenti e polizia. A Roma scende in piazza anche la Fiom. FOTO - VIDEO

La cronaca della giornata

Blocchi alla frontiera di Ventimiglia, disordini alla Sapienza, presidi e cortei in tante città d'Italia da Torino a Firenze, da Milano a Palermo. La protesta iniziata quattro giorni fa sotto le insegne dei forconi (FOTO e VIDEO) si espande e attraversa le categorie più diverse: autotrasportatori, agricoltori, allevatori e poi studenti, casalinghe, precari. Un movimento eterogeneo e magmatico, che per ora ha prodotto a macchia di leopardo disagi e scontri accanto a manifestazioni pacifiche; ma sulla cui evoluzione si tengono gli occhi ben aperti. Il rischio è che la somma di rabbia e malcontento, di diversa origine e matrice, produca "una deriva ribellistica", "genericamente indirizzata contro le istituzioni nazionali ed europee", alla quale potrebbero agganciarsi "componenti dell'antagonismo, interessate ad intercettare qualunque forma di malessere sociale". A prospettare a chiare lettere questo rischio è il ministro dell'Interno. "C'è stato un fronte violento che ha violato le leggi - ha detto Angelino Alfano alla Camera -. Comprendiamo il disagio sociale", ma "libertà e sicurezza dei cittadini vanno difese. Il governo sa da che parte stare". Anche il Copasir, il Comitato parlamentare di controllo sui servizi, guarda con attenzione agli sviluppi di una situazione che non ha una regia unica, ma sembra destinata a durare (VIDEO).
Un pericolo connesso con questo quadro riguarda la capacità di rappresentare le istanze sottese alle rivendicazioni e il rischio di strumentalizzazioni. Uno snodo chiave, che il premier Enrico Letta ha voluto affrontare in un video-messaggio inviato all'assemblea della Cna, la Confederazione nazionale artigiani, a cui aderiscono anche molti autotrasportatori. "La rappresentanza oggi è in grande crisi: gli attacchi alla politica in questi giorni sono attacchi alla rappresentanza", ha detto Letta.

Presidi, blocchi, tafferugli da Nord a Sud - Ventimiglia e Roma sono stati i due epicentri. Al valico con la Francia già di primo mattino sono iniziati i blocchi per non far transitare i mezzi. Gli agenti sono intervenuti con i lacrimogeni per liberare la strada: qualche tafferuglio ma nessuna carica. Nel pomeriggio i manifestanti hanno replicato l'azione, impendendo il passaggio sia verso la Francia sia verso il Piemonte. A Firenze disoccupati, lavoratori, studenti e Casapound sono scesi nelle vie del centro, causando disagi al traffico. Protesta anche in Sardegna sulla statale 131. A Torino, dove sono stati riaperti i mercati, gli studenti hanno manifestato davanti piazza Castello. Nove ragazzi sono stati portati in questura: sono stati denunciati e rilasciati in serata. Hanno tutti tra i 18 e i 22 anni e sono stati denunciati per interruzione di pubblico servizio, resistenza a pubblico ufficiale e partecipazione a manifestazione non preavvisata.  A Palermo, i forconi hanno appeso mutande davanti alla sede della Serit, società di riscossione dei tributi locali. Disagi anche sull'A3, nei pressi di Cosenza e nella rotonda d'immissione al raccordo Perugia-Bettolle di Madonna Alta a Perugia. A Roma il corteo di manifestanti ha sfilato in piazzale dei Partigiani.

Scontri a Roma - E sempre nella capitale, alcune centinaia di studenti hanno protestato fuori dall'aula magna dell'Università La Sapienza (FOTO). Un petardo è esploso all'interno, dove era in corso la conferenza nazionale sulla green economy. La protesta si è poi spostata davanti al piazzale del Rettorato dove la polizia ha caricato i manifestanti. Due ragazzi sono stati fermati dalle forze dell'ordine. "La nostra Università - si legge in uno striscione - non è una passerella per chi semina austerità". VIDEO

Fiom a Roma - A piazza del Popolo, invece, si sono ritrovati i lavoratori della Fiom, arrivati a Roma con 60 pullman. VIDEO

La cronaca della giornata



Leggi tutto