Strage di Duisburg, lo speciale di Sky TG24

1' di lettura

L'appello della moglie di Giovanni Strangio, condannato all’ergastolo per l'eccidio: "Chiedo che siano acquisite anche in Italia le prove tedesche che scagionano mio marito". Gratteri: "Per riaprire la vicenda servono documenti inediti"

"Voglio che sia fatto un giusto processo per mio marito". Lo ha detto a Sky Tg24 Caterina Strangio, moglie di Giovanni condannato in Italia all’ergastolo per la strage di Duisburg. "Chiedo che siano acquisite anche in Italia le prove tedesche che scagionano totalmente mio marito". È questo l’appello che la donna ha fatto nel corso di un’intervista all’interno di un mini speciale che ricostruisce la Strage di Duisburg e le successive vicende giudiziarie relative alla famiglia Strangio e alla faida di San Luca. Tra gli altri contributi anche quello dell’avvocato Carlo Taormina e di Nicola Gratteri procuratore aggiunto di Reggio Calabria (guarda il video in alto).

Leggi tutto