Ciclone in Sardegna, stato d’emergenza: vittime e dispersi

1' di lettura

Il bilancio è di 16 morti e un disperso. Stanziati 20 milioni. Il ministro Orlando: Circa 2700 sfollati. Gabrielli: stop alle polemiche. Il sindaco di Olbia: "Una bomba d'acqua ha sommerso la città" Letta: "Lo Stato c'è e fa il massimo". NEWS - DIRETTA

Il governo ha decretato lo stato di emergenza in Sardegna dopo il passaggio del ciclone Cleopatra che ha seminato morte e distruzione (VIDEO e FOTO, tutti gli aggiornamenti). Il bilancio provvisorio, come annunciato dal prefetto Gabrielli, è di 16 vittime e un disperso, dopo che è stato ritrovato vivo un uomo dato per disperso nelle campagne di Torpè, nel Nuorese

Stanziati 20 milioni - Il Consiglio dei ministri, riunito d'urgenza dal premier Enrico Letta in mattinata, ha stanziato 20 milioni di euro per i primi aiuti (la conferenza stampa); il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano segue passo passo l'evolversi della situazione in contatto diretto con le prefetture. Il presidente del Consiglio ha poi raggiunto nel tardo pomeriggio Olbia, da dove ha assicurato che "lo Stato c'è e sta facendo il massimo".

Vittime e sfollati
-  Le zone più colpite restano Olbia e l'intera Gallura, la Baronia, sulla costa centro-orientale, il nuorese e alcuni aree del Campidano (LE FOTO 1 e 2). L'evento che ha messo in ginocchio l'isola è stato del tutto eccezionale. "In sole 24 ore - ha detto Gabrielli - è sceso un quantitativo di pioggia pari a sei mesi con punte di 450 millimetri nella zona di Orgosolo nelle ultime 12 ore. Con queste quantità non ci sono territorio al riparo". Tutta la macchina dei soccorsi è in moto. Almeno 350 i vigili del fuoco mobilitati con doppi turni di lavoro, centinaia gli uomini delle forze dell'ordine che operano ininterrottamente dalla notte scorsa. Migliaia gli sfollati, molti dei quali hanno dormito in hotel o strutture pubbliche messe a disposizione dai comuni.

La gestione dell'emergenza -
Polemiche sulla gestione dell'emergenza. Alla accuse rivolte alla Protezione Civile, Franco Gabrielli risponde attaccando soprattutto i "biscazzieri del web": quegli utenti che attraverso internet hanno lanciato accusa all'intero sistema. "Qui c'è stato un evento eccezionale, una vera calamità naturale. Ma come al solito - dice - troppi parlano di cose che non conoscono". Chi doveva essere avvertito, "è stato avvertito".

Il messaggio di Papa Francesco su Twitter - Anche la Giunta sarda si è riunita per deliberare lo stato di calamità e fondi aggiuntivi pari a 5 milioni di euro rispetto a quelli nazionali. Aiuti sono attesi anche dall'Unione europea, nel frattempo il presidente della commissione Barroso ha espresso il cordoglio alle famiglie delle vittime. Franco Gabrielli, il capo della Protezione civile nazionale, è in Sardegna dalle prime ore del mattino per coordinare le operazioni di soccorso. Insieme a lui il governatore Ugo Cappellacci, sui luoghi della tragedia già da ieri notte. Anche Papa Francesco ha rivolto su Twitter il suo pensioero alle vittime della Sardegna.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LA DIRETTA DI SKY TG24

Leggi tutto