Torna l'ora solare: lancette indietro dalle 3 alle 2

1' di lettura

Nella notte tra sabato 26 e domenica 27 si dormirà un'ora in più grazie al cambio dell'orario, che resterà in vigore fino al 30 marzo. Il Codacons chiede l'ora legale tutto l'anno. Ma c'è chi sottolinea gli effetti benefici di 60 minuti di sonno in più

Lancette indietro di un’ora nella notte tra sabato 26 e domenica 27 ottobre, per il ritorno dell’ora solare. Alle ore 03.00 si dovranno spostare un'ora indietro le lancette degli orologi. L'ora legale tornerà invece il prossimo 30 marzo 2014. Secondo quanto rilevato da Terna, durante il periodo di ora legale, iniziato il 31 marzo 2013, grazie a quell'ora quotidiana di luce in più l'Italia ha risparmiato 568,2 milioni di kilowattora, pari a circa 93,7 milioni di euro. E c’è chi, come il Codacons, propone di abolire l'ora solare e far valere quella legale tutto l'anno.

"In tal modo - sostiene in una nota il segretario nazionale, Francesco Tanasi - si  avrebbe il vantaggio di recuperare l'ora di luce anche in inverno, senza subire però il costo economico e il disagio legato all'aggiustamento dell'orario. Inoltre nel risparmio vanno conteggiati tutti i  costi relativi ai problemi di insonnia e sonnolenza che incidono pesantemente sulla produttività nella prima settimana lavorativa  successiva al cambio".

Ma d’altra parte c’è anche chi sostiene che il ritorno all'ora solare nella notte tra sabato e domenica, con la 'restituzione' dell'ora di sono persa lo scorso marzo, abbia effetti benefici sulla salute e sui meccanismi di funzionamento del cuore. Secondo gli esperti riuniti per il 114esimo Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Interna (SIMI), infatti, il prossimo lunedì sarà quello con meno infarti dell'anno, data la relazione molto stretta tra la qualità e la quantità delle ore dormite e la salute.

Leggi tutto