Maltempo: torrenti esondati e allagamenti al Centro-Nord

Il centro di Saline di Volterra, in provincia di Pisa, allagato
1' di lettura

Mentre cessa lo stato di allerta in Liguria, molte zone di Toscana, Lombardia e Alto Adige fanno ancora i conti con l’emergenza. Alcuni sfollati in provincia di Sondrio, disagi alla circolazione in Valcamonica e in provincia di Bolzano

Ancora disagi per il maltempo al Centro-Nord. Mentre, dopo le forti piogge della notte, torna alla normalità la Liguria (dove la Protezione Civile ha dichiarato la cessazione dello stato di allerta 1 sulla parte costiera del savonese e sull'intero territorio genovese e spezzino), molte zone di Toscana, Lombardia e Alto Adige fanno ancora i conti con l’emergenza.

Lombardia - In provincia di Sondrio quindici persone hanno trascorso la notte fuori dalle loro abitazioni per il rischio del crollo di una gru da cantiere a causa delle abbondanti piogge che hanno ingrossato il fiume Mera che attraversa la città di Chiavenna. A creare problemi anche le fitte nevicate in zona che hanno portato alla chiusura già nei giorni scorsi dei passi San Marco, Gavia e Stelvio. Gli altri sono percorribili con obbligo di catene a bordo o con gomme da neve. Il maltempo sta causando pesanti disagi anche in Valcamonica, in provincia di Brescia. Nella notte il fiume Oglio è esondato, tra i comuni di Sonico e Malonno, e ha travolto circa 70 metri di strada, sulla statale 42, che è stata chiusa con molti disagi per il traffico. Ieri 23 ottobre l'esondazione del Seveso aveva causato forti disagi alla circolazione a Milano.

Trentino Alto Adige - Allagamenti e strade chiuse per la forte ondata di maltempo si registrano in provincia di Bolzano. I vigili del fuoco e la protezione civile hanno lavorato per tutta la notte, mentre gli esperti stanno controllando le aree più a rischio. Il primo allarme è scattato la sera di giovedì 23 in Bassa Atesina, dove i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per un ruscello che si è gonfiato a causa della pioggia. Il terreno ha ceduto, franando sulla strada, ma  nessuno è rimasto ferito.
Ad Aslago un ruscello gonfio d'acqua ha rischiato di provocare una frana. A Merano invece una famiglia è stata evacuata dopo che un masso si è staccato dalla montagna, fermandosi a pochi metri da una casa.

Toscana - Ancora problemi anche in Toscana, a causa della forte pioggia caduta nella notte. Forte emergenza maltempo in Valdelsa, al confine tra Siena e Firenze, fra Certaldo, Gambassi Terme e San Gimignano: il torrente Casciano è esondato fra Badia a Elmi e Badia a Cerreto allagando molte aziende. L'Elsa invece è quasi al limite dell'argine e viene monitorato. Allagamenti e qualche smottamento nel territorio del comune di Volterra (FOTO) dove il sindaco ha deciso la chiusura delle scuole nelle frazioni di Villamagna e Saline: i vigili del fuoco sono anche intervenuti con un mezzo anfibio presso la scuola per mettere in salvo alcuni bidelli a causa dell'acqua che aveva invaso i locali. Per una piccola frana un'auto posteggiata è scivolata giù in un dirupo venendo poi trascinata a valle da fango e detriti staccatisi dalla collina.

Disagi per il maltempo anche a Livorno dove tra le 4.30 e le 5.15 di stamani sulla città si sono registrati 21,6 mm di acqua in soli 10 minuti. A complicare la situazione anche il forte vento che durante il forte temporale ha soffiato con raffiche da 65 km orari provocando qualche cedimento di cornicioni e tegole. In provincia di Firenze, a Figline Valdarno chiuse due strade, una per allagamenti e una perché si è aperta una voragine nella carreggiata. A Firenze città traffico fortemente rallentato e allagamenti nella zona di Novoli e Fortezza da Basso, mentre al Galluzzo crollato un muro.

Leggi tutto