Maltempo in Toscana e Liguria, crolla un ponte nel genovese

1' di lettura

Orero, San Colombano e Coreglia Ligure sono rimasti senza acqua e gas. Carasco la zona più colpita nella regione. Mentre in Garfagnana è cominciata la conta dei danni dopo le forti piogge che hanno colpito la zona. VIDEO

Tre Comuni senza gas e acqua, un ponte franato, una decina di persone sfollate: questo il bilancio provvisorio del nubifragio che ha colpito nella notte tra il 21 e il 22 ottobre la Val Fontanabuona, nel levante ligure. Sono salvi comunque l'uomo e la donna che viaggiavano sul ponte durante il crollo. Intanto in Toscana, dopo le forti piogge di lunedì 21, è cominciata la conta dei danni.

I danni - I Comuni rimasti senza acqua e gas sono Orero, San Colombano e Coreglia Ligure. Carasco la zona più colpita, con un ponte crollato sulla provinciale 225. Un auto è finita nel fiume Sturla mentre viaggiava sul ponte franato: la trentenne alla guida si è salvata nuotando per un tratto nelle acque del torrente ed è poi stata recuperata dai carabinieri. Secondo l'agenzia di stampa Ansa, nel crollo del ponte di Carasco è rimasto coinvolto pure un panettiere di 25 anni, che stava percorrendo la provinciale 225 quando la strada è scomparsa, inghiottita da una frana. Il giovane ha fatto appena in tempo a gettarsi fuori dall'abitacolo, poi ha camminato nella notte per oltre tre chilometri prima di trovare aiuto.
Nel frattempo una decina di persone sono state sfollate dai rispettivi appartamenti che si trovano vicino al ponte che ha ceduto. Allagamenti e smottamenti di terreno si sono verificati a Borzonasca, Mezzanego e San Colombano. Molti i problemi alla viabilità. In mattinata la Statale Aurelia è stata chiusa in provincia della Spezia all'altezza del Comune di Riccò in seguito a una frana.

Maltempo anche in Toscana - Forti piogge si sono abbattute pure sulla Garfagnana, sul Grossetano e sulla Piana di Pistoia, dove da ore si continuano a portare via fango e detriti. Nel Senese il maltempo ha fatto addirittura una vittima: si tratta di un uomo che è stato trovato a bordo di un furgone in un sottopasso. Alle 10.15 del 22 ottobre è stato raggiunto il picco di piena del fiume Ombrone, il cui livello dovrebbe ora cominciare a scendere. Prolungata comunque fino a mezzogiorno l'allerta meteo.

Leggi tutto