Naufragi a Lampedusa, annunciati i funerali delle vittime

1' di lettura

Si terranno lunedì 21 ottobre ad Agrigento, alla presenza dei rappresentanti del governo. Non ci sarà invece il sindaco dell'isola, "amareggiata che questa commemorazione, tardiva e a corpi già sepolti, non si faccia da noi"

Il 21 ottobre l'Italia ricorderà i migranti inghiottiti dal mare. Sono stati fissati per quella data i funerali delle vittime dei naufragi avvenuti vicino Lampedusa il 3 e l'11 ottobre, anche se alcuni corpi hanno già avuto sepoltura. Ci saranno rappresentanti del governo e delle istituzioni, ha fatto sapere il Viminale con un comunicato. Non sarà invece presente il sindaco dell'isola Giusi Nicolini, attesa proprio quel pomeriggio al Quirinale e comunque "amareggiata che questa commemorazione, benché tardiva e a corpi già sepolti, non si faccia a Lampedusa", ma ad Agrigento.

L'annuncio dei funerali - Il Viminale ha reso noto che la commemorazione delle vittime dei naufragi nel mare di Lampedusa, avvenuti lo scorso 3 e 11 ottobre, verrà celebrata alle 16 di lunedì 21 ottobre, nel Molo turistico di S. Leone ad Agrigento. Nella nota il ministero dell'Interno ha anche confermato la presenza di rappresentanti del governo e delle istituzioni.

Il sindaco Nicolini: "Non parteciperò" - Ma il luogo scelto per i funerali non è piaciuto al primo cittadino di Lampedusa. "Non sarò ad Agrigento perché, quello stesso pomeriggio, verrò ricevuta dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano insieme al senatore Luigi Manconi, presidente della commissione straordinaria per i Diritti umani del Senato". Nicolini si è comunque detta "amareggiata che questa commemorazione, benché tardiva e a corpi già sepolti, non si faccia a Lampedusa". "La comunità della mia isola - ha aggiunto - non meritava di non essere coinvolta e di essere convocata a decisione già presa". Nei giorni scorsi Nicolini aveva contestato la "confusione" e i "ritardi" sui funerali di Stato annunciati dal premier durante la sua visita nell'isola.

Leggi tutto