Concordia, si cercano i dispersi. Nuova perizia sulla nave

1' di lettura

Sub al lavoro per recuperare i corpi di Russel Rebello e Maria Grazia Trecarichi. Intanto, il Tribunale di Grosseto ha accolto la richiesta della difesa di Schettino e di alcune parti civili di un altro sopralluogo a bordo. Prossima udienza il 7 ottobre

All'Isola del Giglio i sommozzatori hanno iniziato intorno alla Costa Concordia le ricerche dei  corpi dei due dispersi del naufragio. Il via libera all'operazione era arrivato nella serata del 23 settembre, dopo che i tecnici del consorzio Titan-Micoperi avevano dichiarato zona sicura per le ricerche lo specchio di mare intorno alla nave.  Delle 32 vittime del naufragio del 13 gennaio 2012 mancano all’appello il cameriere indiano Russel Rebello e la passeggera siciliana Maria Grazia Trecarichi. Nelle ricerche sono coinvolti la Protezione civile, i vigili del fuoco, la guardia costiera, la marina militare, i carabinieri, la guardia di finanza e la polizia.

Intanto a Grosseto il processo contro Francesco Schettino ha avuto una virata netta e inaspettata verso le tesi della difesa, e anche del Codacons e di altre parti civili. Dopo una camera di consiglio durata un'ora il presidente del collegio Giovanni Puliatti ha infatti annunciato due perizie supplementari. Una di queste comporta salire a bordo della nave, così come richiesto dalla difesa di Schettino. Per la prima volta i consulenti tecnici della difesa del comandante e delle parti civili saranno sulla nave accanto ai periti del tribunale e ai consulenti di accusa. Insieme studieranno alcuni apparati della nave: generatori di emergenza, ascensori, porte stagne e computer di plancia tra cui quello con i dati e le statistiche di manutenzione. Tuttavia il sopralluogo, ha precisato Puliatti, sarà possibile solo quando la nave sarà in "condizioni di sicurezza" e di "galleggiabilità". Cosi' non c'e' una data per ora e la questione si interseca perfino con le complesse operazioni di rimozione in corso, con la conseguenza di far slittare ancora il processo.
La prossima udienza del processo si terrà il 7 ottobre sata in cui il presidente Puliatti ha convocato i primi testimoni. Terminata questa prima fase, si proseguirà con la deposizione in aula dei tecnici e dei periti di parte.

La cronaca della giornata

Leggi tutto