Odissea Concordia, dal naufragio alla rotazione: LO SPECIALE

1' di lettura

Dal 13 gennaio 2012, quando la nave da crociera ha urtato con il fianco sinistro gli scogli, al 17 settembre 2013, il giorno in cui il relitto è stato riportato in asse. Ecco la ricostruzione dei 610 giorni dall'incidente. L’APPROFONDIMENTO DI SKYTG24

Venti mesi, tanto è passato tra il naufragio della Costa Concordia vicino all'isola del Giglio e la rotazione che, il 17 settembre 2013, l'ha riportata in asse. Sul lato della Concordia che era sommerso ci sono enormi deformazioni, con ogni probabilità dovute all'impronta degli scogli con cui l'imbarcazione si è scontrata il 13 gennaio 2012. Adesso che il relitto è di nuovo dritto si può pensare al suo smaltimento, che non avverrà prima della prossima primavera.  
A poche ore dall'inizio delle ricerche dei due corpi ancora dispersi, uno speciale di SkyTG24 ripercorre la vicenda (VIDEO). Dall'avvicinamento alla costa del Giglio costato la vita a 32 persone alle operazioni di parbuckling che hanno permesso la rotazione della Concordia.    

Leggi tutto