Università, al via i test d'ingresso per 115mila diplomati

1' di lettura

I primi a provare sono gli aspiranti veterinari: quiz fino al 10 settembre. Il bonus maturità tra le novità di quest'anno per il calcolo del punteggio. Ma l'Unione degli universitari avverte: "Gli studenti subiranno ingiustizie e discriminazioni"

Cominciano i test universitari per circa 115mila diplomati che hanno deciso di iscriversi quest'anno ai corsi di laurea con numero chiuso a livello nazionale. I primi a cimentarsi con i quesiti sono oggi, martedì 3 settembre, gli aspiranti veterinari (10.812 iscritti). Il 4 settembre toccherà alle professioni sanitarie, il 9 a Medicina e Odontoiatria e il 10 ad Architettura. I più numerosi restano i potenziali camici bianchi: 84.165 iscritti ai test per 10.157 posti disponibili. Solo un candidato su otto riuscirà a entrare.

I quiz e i punteggi - Tutti devono rispondere a 60 domande per un massimo di 90 punti (1,5 per ogni crocetta esatta, meno 0,4 per ciascuna sbagliata, 0 per la risposta non data). Per superare il test servono minimo 20 punti. Ma quest'anno entra in gioco anche il cosiddetto bonus maturità, che "regala" da 1 a 10 punti extra agli studenti che hanno ottenuto all'esame di Stato un voto almeno pari a 80/100 e all’80esimo percentile di riferimento. La graduatoria sarà nazionale, non più territoriale.
Per quanto riguarda Medicina, si darà più spazio ai quesiti che richiedono un ragionamento logico: 25 sui 60 complessivi. Ci saranno poi 5 domande di cultura generale, 14 di biologia, 8 di chimica e altrettante di fisica e matematica.
Il tempo a disposizione è di 100 minuti, 20 in meno del 2012, quando però le domande erano 80.

La denuncia dell'Unione degli universitari - Sul corretto svolgimento delle prove ancora una volta vigila l'Unione degli universitari. Già annunciato un ricorso collettivo nazionale per impugnare non soltanto il bonus maturità, ma tutto il sistema a numero chiuso, definito "assolutamente incostituzionale e lesivo dei diritti degli studenti". "Anche quest'anno decine di migliaia di studenti si sottoporranno alla lotteria dei test d'ingresso a crocette per accedere alla facoltà scelta - dice Michele Orezzi, coordinatore dell'associazione studentesca - anche quest'anno la maggior parte di loro resterà esclusa a causa della carenza dei posti disponibili rispetto alle richieste di iscrizione e anche quest'anno, anzi soprattutto a partire da quest'anno, subiranno tantissime ingiustizie e discriminazioni. Il bonus maturità, infatti, creerà discriminazioni di partenza che 'falseranno' di fatto la graduatoria, impedendo a migliaia di studenti, pur meritevoli, di entrare nel percorso di studi scelto".

Le altre facoltà - Intanto, in ordine sparso si sono svolte e si stanno svolgendo le prove di accesso negli atenei che, al di là delle programmazioni a livello nazionale, hanno deciso di introdurre il numero chiuso per alcune facoltà. Tra lunedì 2 e martedì 3 settembre si concluderanno le ultime sessioni dei test per ingegneria al Politecnico di Milano. A La Sapienza di Roma, prove di accesso per le lauree di Psicologia.

Leggi tutto