Immigrazione, nuovo sbarco a Siracusa: arrivano 180 persone

1' di lettura

L'imbarcazione era stata avvistata da un aereo della Marina militare. Intercettata dalla Guardia costiera, è stato scortata nel porto siciliano. A bordo egiziani e siriani. Il ministro Kyenge in Sicilia: "L’Ue deve cominciare a prendersi responsabilità"

Non si fermano gli sbarchi di migranti sulle coste italiane. Nella notte tra sabato 31 agosto e domenica 1 settembre un altro barcone è stato avvistato dalla Marina militare e intercettato da due motovedette della Guardia costiera.  A bordo c'erano 180 persone, tra cui 43 donne e 52 minori, tutti di presunta origine siriana ed egiziana.

Il barcone era già stato avvistato nel pomeriggio di sabato, a circa 127 miglia sud/est da Siracusa, da un aereo Atlantic della Marina Militare, monitorato poi in serata da un aereo ATR42 della Guardia Costiera italiana fino a circa 35 miglia sud/est da Siracusa.
Successivamente nella notte 2 motovedette della guardia costiera e una della guardia di finanza hanno raggiunto il barcone e in assistenza lo hanno scortato fin dentro il porto di Siracusa. Alle 4 di stamattina si è concluso lo sbarco dei 180 migranti.

Intanto nella giornata di domenica 1 settembre il ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge è stata in Sicilia, dove ha ricevuto la cittadinanza onoraria di Alcamo e successivamente ha visitato due centri di accoglienza. "L'Europa deve cominciare a prendersi delle responsabilità", ha detto il ministro.


Leggi tutto