Mafia, L'Espresso: si ribella la figlia di Messina Denaro

1' di lettura

La rivelazione del settimanale: la ragazza, diciassettenne, avrebbe convinto la madre a lasciare la casa dove ha sempre vissuto. Secondo gli investigatori non avrebbe mai conosciuto il padre, latitante da venti anni

La figlia del boss latitante Matteo Messina Denaro si ribella al clan familiare del padre e a 17 anni convince la madre a lasciare la casa dove ha sempre vissuto. Lo racconta, nel numero in edicola venerdì 30 agosto, L'Espresso che pubblica per la prima volta anche le immagini della figlia del padrino di Cosa nostra e quelle di sua madre che è la compagna del boss.

La ragazza - si legge sul settimanale - "vuole vivere lontano dai familiari del papà. Una scelta rivoluzionaria perché suona come sfida ai codici di Cosa nostra". "Quanto vorrei l'affetto di una persona e, purtroppo, questa persona non è presente al mio fianco e non sarà mai presente per colpa del destino...", dice la figlia di Matteo Messina Denaro di cui l'Espresso pubblica alcune sue frasi. La ragazza non fa mai esplicito riferimento al padre, che secondo gli investigatori non avrebbe mai visto, ma nel giorno del compleanno del boss la figlia pubblica sul suo profilo Facebook un cuore rosso senza alcun commento. La rivelazione arriva pochi giorni dopo le polemiche scaturite da un'intervista rilasciata da Lucia Riina, figlia del boss di Corleone, alla tv Svizzera.

Il settimanale  fa anche il punto della latitanza di Matteo Messina Denaro, ricercato da 20 anni, e rivela alcuni blitz che sono stati effettuati per il tentativo di cattura in una villa di Mondello a Palermo e in un altro sito a Padova.

Leggi tutto