Terremoto di magnitudo 4.4 nelle Marche, frana nel Conero

1' di lettura

Il sisma, al largo di Numana, è stato avvertito lungo tutta la costa marchigiana. L'epicentro nella stessa zona interessata da altre scosse nei giorni scorsi. La Protezione civile: "Non si segnalano danni, le verifiche sono in corso"

E' stata di magnitudo 4.4 la scossa di terremoto registrata alle 8:44 al largo di Numana (Ancona) e avvertita lungo tutta la costa marchigiana. A riferirlo l'Ingv. La profondità del sisma è 7,9 km. "Non si segnalano danni, le verifiche sono in corso" ha detto a SkyTG24 Luca Amico, responsabile della Protezione civile di Numana e Sirolo.


Crollo su un'area non balneabile, un disperso - Finora l'unico crollo che si segnala in coincidenza con la scossa riguarda un grosso blocco di calcare che si è staccato dal Monte Conero, precipitando fra la Spiaggia Gigli e i Lavi di Sirolo, una zona già interdetta alla balneazione perché la falesia è a rischio di frane (LE FOTO)
"Non ci sono stati feriti - spiega il sindaco Moreno Misiti - ma stiamo monitorando la situazione con verifiche in tutta l'area". Il fumo sollevato dal crollo era visibile fino a Numana, e numerosi cittadini hanno telefonato allarmati ai vigili del fuoco.

Stessa area del sisma del 21 luglio
- "L'epicentro si allinea con quelli dei giorni scorsi" ha spiegato a SkyTG24 il sismologo dell'Ingv Alberto Basili (AUDIO). Il terremoto ha infatti interessato il distretto sismico del Monte Conero. L'area, al largo di Ancona, Numana e Sirolo, è la stessa del terremoto di magnitudo 4.9 che il 21 luglio, alle 3:32 del mattino, gettò nel panico i turisti in vacanza lungo le coste del Conero, seguito poi da una scossa di magnitudo 4 due ore dopo. Anche stavolta il movimento sismico è stato superficiale, a 7,9 km di profondità, ed è per questo che è stato avvertito così distintamente.

Leggi tutto