Sisma in Sicilia: due forti scosse in provincia di Messina

1' di lettura

Paura nella notte tra giovedì 15 e venerdì 16 agosto nei centri della costa tirrenica messinese per un terremoto localizzato tra Patti, Brolo e Gioiosa Marea. La scossa più violenta è stata di magnitudo 4.2, seguita da un lungo sciame sismico

Paura nei centri della costa tirrenica messinese per due forti scosse di terremoto che sono state seguite da uno sciame sismico. Non si segnalano al momento danni. I due eventi più forti si sono verificati nella notte tra giovedì 15 e venerdì 16 agosto all'1:51 e all'1:59, con magnitudo rispettivamente 4.2 e 4.1 sulla scala Richter. Patti, Brolo, Gioiosa Marea sono i Comuni più vicini all'epicentro, localizzato nell'area dei Golfi di Patti e di Milazzo.

Lungo sciame sismico - Il primo dei due terremoti si è prodotto a una profondità superficiale, di 10,4 chilometri, e questo lo ha reso maggiormente percepibile dalla popolazione. I due eventi di più forte intensità sono stati seguiti da 24 scosse più lievi, con magnitudo oscillante tra 2 e 2.6, l'ultima delle quali, finora, è stata rilevata dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 6.25 di venerdì 16 agosto.

Forte terremoto anche in Nuova Zelanda - Nelle ultime ore la terra ha tremato anche dall’altra parte del mondo, in Nuova Zelenda. Un terremoto di magnitudo 6.5 ha colpito il sud di Wellington, la capitale, provocando la discesa in strada di impiegati e residenti spaventati ma senza causare grandi danni e appena qualche settimana dopo un analogo sisma che aveva scosso la città portuale. Il terremoto è stato pericolosamente superficiale, a una profondità di circa 8 km (5 miglia), simile a quello distruttivo che aveva scosso la città meridionale di Christchurch nel 2011. I vigili del fuoco hanno detto che è ancora troppo presto per valutare compiutamente l'impatto del sisma. Finora sono stati registrati danni superficiali agli edifici, con finestre distrutte e merci dei supermercati cadute dagli scaffali.

Leggi tutto