Monte Rosa, muoiono due alpinisti

1' di lettura

Gli scalatori piemontesi sono precipitati in cordata per 500 metri a 4.500 metri di altitudine nella zona della Cresta Sella nel Lyskamm orientale. Erano partiti dal rifugio Quintino Sella

Due alpinisti piemontesi sono morti sul massiccio del Monte Rosa, nella zona della Cresta Sella nel Lyskamm orientale. Le salme, dopo essere state in un primo momento portate a Gressoney, sono state poi trasferite ad Aosta.

La dinamica - I due scalatori, Luca Savoia e Carlo Ravetti, sono precipitati per 500 metri da una cresta di ghiaccio. Partiti mercoledì 13 agosto dal rifugio Quintino Sella, erano impegnati nell'attraversamento della cresta del Lyskamm, a 4.500 metri di altitudine, quando per cause ancora da accertare sono caduti. I due - secondo i soccorritori - erano legati in cordata.
L'incidente, con ogni probabilità, risale al pomeriggio di mercoledì 14 agosto, ma nessun alpinista presente in zona ha visto quanto è accaduto. L'allarme è stato dato nella serata del 14 dalla moglie di uno dei due alpinisti che, non avendo più notizie del marito, ha chiamato il gestore del rifugio dove sarebbero dovuti rientrare.
Subito è stato avvertito il soccorso alpino valdostano che, all'alba dl 15 agosto, non appena è stato possibile, ha effettuato una ricognizione in elicottero nella zona ed ha individuato i due corpi.

Leggi tutto