La compagna accusa Di Cataldo: "Mi ha picchiata". Lui nega

1' di lettura

La donna, che da anni ha una relazione col cantante, pubblica su Facebook delle foto che mostrerebbero le violenze subite: "Botte fino a farmi abortire". La replica a SkyTG24: "Sono sconvolto e deluso". Indaga la squadra mobile di Roma

Una denuncia scioccante, corredata di foto ancora più esplicite. Anna Laura Millacci,  compagna di Massimo Di Cataldo, accusa su Facebook il cantante di averla picchiata, più volte, in un caso fino a procurarle un aborto. "Il signor Di Cataldo, faccia d'angelo e aspetto da bravo ragazzo l'ho perdonato tante volte. Anche quando ero incinta mi ha picchiata" è una delle frasi sul social network che accompagnano alcuni scatti che immortalano il suo volto sanguinante e un altro in cui si vede un grumo di sangue, forse un feto abortito.

Immediata la replica del cantante sempre sul social network: "Solo poco fa ho appreso da Facebook cosa sta succedendo e sono sconvolto. Come può una donna, madre di mia figlia, arrivare a tanto, alterando la realtà, solo perché una storia finisce?". "Farò di tutto - aggiunge Di Cataldo su Fb e twitter - per tutelarmi, prima come uomo e poi come artista". "Sono sconvolto e deluso, non riesco a capacitarmi del motivo per cui lei abbia fatto questo, forse una ripicca nei miei confronti" ribadisce il cantante a SkyTG24.

Al momento non risulta nessuna denuncia contro il cantante e la donna anche un'intervista a Repubblica conferma di non averlo voluto querelare, ma sul caso sono in corso accertamenti della Squadra mobile di Roma. Gli agenti, che potrebbero ascoltare nelle prossime ore entrambe le persone coinvolte nella vicenda, tenteranno di fare anche chiarezza sull' attendibilità delle dichiarazioni della giovane e l'autenticità delle foto.

Ascolta l'audio

Leggi tutto