Inchiesta sanità pugliese: prosciolto ex senatore Pd Tedesco

1' di lettura

ll gup ha disposto il non luogo a procedere per tutti capi di imputazione, nel procedimento per l'accreditamento di sei case di cura private. Assolti perché il fatto non sussiste i sei imputati che avevano scelto il rito abbreviato

L’ex senatore Pd Alberto Tedesco, già assessore regionale pugliese alla sanità, è stato prosciolto dalle accuse nel procedimento per l'accreditamento di sei case di cura private con il sistema sanitario regionale pugliese. Il gup del Tribunale di Bari Roberto Oliveri del Castillo ha disposto il non luogo a procedere per Tedesco con riferimento a tutti i capi d'imputazione che la Procura gli contestava in questa indagine.

Il gup ha anche assolto perché il fatto non sussiste i sei imputati che avevano scelto il rito abbreviato: gli ex direttori della Asl di Bari Nicola Pansini, Alessandro Calasso e Francesco Lippolis, l'ex direttore generale dell'agenzia regionale per la Sanità (l'Ares) Mario Morlacco, l'allora dirigente del Settore Programmazione e Gestione Sanitaria della Regione Puglia, Fulvia Tamma, Giannantonio Daddabbo, ex direttore Dipartimento Prevenzione – Servizio igiene pubblica dell'allora Ausl Ba 5. Per loro la Procura aveva chiesto condanne tra 1 anno e 9 mesi e 2 anni e 8 mesi di reclusione.

Leggi tutto