Lampedusa, soccorsi in mare oltre 300 migranti

1' di lettura

A bordo di un primo barcone approdato nella notte 227 persone, comprese alcune donne, diversi minori e due giornalisti francesi. In mattinata soccorsa un'altra imbarcazione con 80 immigrati. Rissa al centro richiedenti asilo di Bari: un morto

Non si arresta l'ondata di sbarchi a Lampedusa. Nella notte tra il 2 e il 3 luglio la Guardia costiera ha soccorso a circa 70 miglia a Sud di Lampedusa un barcone con a bordo oltre duecento migranti. Verso le ore 12 di oggi 3 luglio, poi, la Marina si è mobilitata in aiuto di un altro barcone avvistato a 80 miglia a Sud Est del centro siculo, con 80 migranti a bordo.
Tra qualche giorno, lunedì 8 luglio è prevista sull'isola la prima visita pastorale di Papa Francesco, che celebrerà messa nel campo sportivo per gli immigrati.

Soccorse 80 persone in mattinata - Per quanto riguarda l'ultimo barcone soccorso, la nave "Cigala Fulgosi" della Marina militare, come comunicato in una nota, si è mobilitata dopo la segnalazione arrivata da un peschereccio tunisino, che ha comunicato la presenza di circa ottanta persone a bordo. Tra questi, 10 donne, di cui 4 incinte, ma nessun morto, come si temeva inizialmente.

Nella notte soccorsi oltre 200 migranti - 227, tra i quali 41 donne e numerosi minori i migranti sbarcati nella notte. I migranti sono stati poi trasbordati sulle motovedette della Guardia Costiera che hanno fatto la spola tra la nave e il porto dell'isola. Le operazioni si sono concluse intorno alle 3 di notte. Tra gli extracomunitari anche due giornalisti francesi che sono stati accompagnati nella caserma dei carabinieri per accertamenti. I migranti, tutti in buone condizioni di salute, sono stati poi accompagnati nel centro di prima accoglienza di Lampedusa.

65 persone sulle coste calabre - Alle prime luci dell'alba, invece, sono state soccorse in Calabria 65 persone. Si tratta di uomini e bambini di nazionalità siriana ed egiziana, in buone condizioni fisiche, avvistati dai radar della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera al loro arrivo nelle acque nazionali. I migranti sono giunti sulla rive dello Jonio dopo 5 giorni di navigazione.

Rissa nel centro richiedenti asilo di Bari: un morto
- Un episodio drammatico si registra poi nel Centro accoglienza richiedenti asilo di Bari-Palese dove un ragazzo curdo di 26 anni è morto nel corso di una rissa avvenuta nella notte tra immigrati del  Kurdistan da una parte e immigrati del Pakistan e dell'Afghanistan  dall'altra. La rissa è scoppiata poco prima delle due e altri tre ragazzi curdi sono rimasti leggermente feriti.

Leggi tutto