Maturità, il 19 giugno la prima prova per 500 mila studenti

Foto di archivio
1' di lettura

Tra le novità di quest'anno il bonus che facilita l’accesso ad alcune università e alle borse di studio. Il ministro Carrozza fa l'in bocca al lupo agli allievi alle prese con l'esame. E in rete impazza il tototema: in pole Ungaretti, Internet e la crisi

La 'grande prova' sta per arrivare: ultimi momenti di ansia per i circa 500 mila studenti che devono affrontare la maturità. Le prove scritte dell'esame di stato si terranno mercoledì 19 giugno (prima prova) e giovedì 20 giugno (seconda prova). Lunedì 24 giugno c'è la terza prova. Gli orali termineranno a metà luglio. Gli studenti del liceo classico dovranno cimentarsi col latino, quelli dello scientifico con la matematica, lingua straniera per il linguistico, pedagogia per il pedagogico, disegno geometrico, prospettiva e architettura per l’artistico. Anche stavolta per garantire la massima segretezza sulle tracce sarà usato il 'plico telematico' sperimentato lo scorso anno: i titoli delle prove scritte saranno criptati e trasmessi in via telematica. Il tototema, come ogni anno, impazza in rete. Secondo il portale dedicato alla scuola e agli studenti Skuola.net quest'anno in pole position ci sono Ungaretti, insieme a Svevo, Pirandello e Quasimodo per l'analisi del testo, per il tema o saggio-articolo crisi e sviluppo sostenibile, internet e condizione femminile. Le commissioni d'esame, composte da tre interni e tre esterni, sono 12.244 e sono state pubblicate sul sito del ministero: gli studenti hanno potuto verificare on line nomi, data di nascita e scuola di provenienza dei docenti che li interrogheranno.

Novità: bonus maturandi - Fin qui, tutto 'come da copione': la vera novità è sul "bonus maturità". Il nuovo Decreto, che sostituisce quello emanato il 24 aprile scorso, stabilisce che il bonus (fino a 10 punti) sia attribuito ai candidati che avranno ottenuto un voto almeno pari a 80/100 e non inferiore all'80esimo percentile della distribuzione dei voti della propria commissione d'esame nell'anno scolastico in corso. Gli studenti più bravi, che otterranno cioè 110 e lode saranno inseriti nell'Albo nazionale delle eccellenze e potranno godere di facilitazioni da parte di alcune università e ottenere borse di studio. Coloro che vorranno iscriversi a medicina e architettura (facoltà a numero chiuso) avranno tempo fino a settembre per prepararsi ai test: le prove di accesso, che inizialmente dovevano svolgersi nella seconda metà di luglio, sono state posticipate a settembre: il 3 per i Corsi di Laurea e di Laurea Magistrale a ciclo unico, direttamente finalizzati alla formazione di Architetto; il 4 settembre per i Corsi di Laurea delle professioni sanitarie; il 9 per Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi Dentaria; il 10 settembre per il corso di laurea in Medicina Veterinaria.

Il ministro Carrozza: in bocca al lupo agli studenti -
Un in bocca al lupo a tutti gli studenti alle prese con l’esame è arrivato dal ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza in un messaggio inviato attraverso i microfoni di Skuola.net. L’augurio è stato accompagnato dal consiglio per tutti di "essere soprattutto tranquilli perché comunque vada bisogna dare il meglio di se stessi. E più si è tranquilli, più si fa meglio la prova". Lo stesso ministro riconosce tuttavia che la tensione è giustificata perché "la Maturità resterà sempre la maturità: è il momento dell'ingresso in società e delle scelte". Il pensiero degli studenti però deve essere rivolto al fatto che "è un'occasione per esprimere la propria creatività, le proprie idee, e soprattutto nei temi di italiano si esprime la propria personalità". Infine la preoccupazione del ministro è rivolta soprattutto alle scelte degli studenti dopo la Maturità, che vengono rimandate ad agosto dopo l'esame. Così il messaggio si chiude con l'invito: "Pensate al domani".

Leggi tutto