Camorra, decapitato il clan Di Lauro: oltre 100 arresti

1' di lettura

Il blitz è scattato all’alba di mercoledì 12 giugno contro dei presunti affiliati accusati di associazione mafiosa, traffico internazionale di stupefacenti, tentato omicidio e detenzione di armi. Fermato, su una nave da crociera, anche Raffaele Di Lauro

Operazione dei carabinieri di Napoli contro il clan camorristico Di Lauro. Il blitz, con 110 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di presunti affiliati, è scattato all’alba di mercoledì 12 giugno. L'indagine riguarda in particolare un traffico di cocaina dalla Spagna, destinata allo spaccio nell'hinterland napoletano.
Gli arrestati sono accusati di associazioni di tipo mafioso, traffico internazionale di stupefacenti, tentato omicidio e detenzione di armi, aggravati da finalità mafiosa. Al blitz hanno partecipato oltre 400 militari.

Bloccato su una nave da crociera, all'altezza della Sicilia, anche Raffaele Di Lauro, 19 anni, figlio di Paolo Di Lauro, uno dei più conosciuti boss del clan omonimo, soprannominato "Ciruzzo '0 milionario", in carcere dal 2005. Raffaele Di Lauro è uno degli oltre cento arrestati nell'operazione scattata all'alba in Campania, e stava festeggiando in crociera il compleanno della compagna.

Leggi tutto