Ostia, fermato un uomo per l'omicidio di Alessandra Iacullo

1' di lettura

Si tratta di un italiano di 50 anni che in passato avrebbe avuto una relazione sentimentale con la 30enne. Secondo i pm, che indagano per omicidio volontario, l'uomo ha ucciso la ragazza al termine di una violenta lite

Un uomo di 50 anni è stato fermato per l'omicidio di Alessandra Iacullo, la ragazza di 30 anni uccisa a coltellate nella serata di giovedì 2 maggio a Dragona, nella periferia di Roma.
Si chiama Mario Broccolo, disoccupato con la passione per la pittura, un precedente per omicidio volontario con una condanna a 18 anni nel 1990, un altro per un delitto colposo, altri ancora per molestie.
Nei suoi confronti è stato emesso dalla procura di Roma un provvedimento di fermo per omicidio volontario e Broccolo è stato portato nel carcere di Regina Coeli. Nella giornata di venerdì 10 maggio dovrebbe svolgersi l'interrogatorio di garanzia per la convalida del fermo. Non hanno ancora il valore di prova le ammissioni fatte dall'uomo - sottolineano gli investigatori -, tecnicamente non si può ancora parlare di confessione.

Alessandra Iacullo è morta per le ferite da coltello su più parti del corpo, di cui due gravi all'altezza della gola. Il corpo della trentenne fu trovato sotto il suo scooter a pochi passi dalla sua abitazione e a un primo momento si pensò a un incidente stradale. L'uomo fermato sarebbe stato legato alla ragazza per una vicenda sentimentale.

Leggi tutto