Genova, la storia: "Sono vivo solo perché ho cambiato turno"

1' di lettura

Bruno Prinz, telefonista della Torre Piloti, doveva essere al lavoro quando la struttura è crollata dopo essere stata urtata dalla nave Jolly Nero: "Ho dato un cambio al collega Maurizio Potenza. Lui non ce l'ha fatta" 

"Dovevo trovarmi sulla torre al posto di Maurizio Potenza". Bruno Prinz telefonista della Torre Piloti di Genova è vivo per miracolo. Martedì 7 maggio doveva essere al lavoro mentre la nave Jolly Nero si schiantava contro il molo Giano (FOTO) provocando il crollo della torre e la morte di 7 persone. Tra le vittime c'è anche il collega. Aveva 50 anni. "Mi ha telefonato ieri alle 13 -  spiega Prinz a SkyTG24 - E mi ha detto: 'Bruno ti dispiace se vado io stasera in servizio al posto tuo, perché devo parlare con un pilota?".


Leggi tutto