Morta Agnese, la vedova di Paolo Borsellino

1' di lettura

Si è spenta a Palermo la moglie del magistrato ucciso dalla mafia il 19 luglio del 1992. Ai pm di Caltanisetta aveva raccontato: "Paolo mi accennò che c'era una trattativa tra Stato e mafia"

"E' morta Agnese. E' andata a raggiungere Paolo. Adesso saprà la verità" sulla sua morte". Con queste parole Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, il magistrato ucciso dalla mafia il 19 luglio del '92, ha dato, attraverso Facebook, la notizia della moglie della cognata Agnese Piraino Leto, 71 anni. E proprio la battaglia per conoscere la verità" sull'eccidio di via D'Amelio, che ha ancora tanti lati oscuri, ha impegnato la vedova del giudice nei suoi ultimi anni di vita. Citata a deporre nell'ultimo processo per la strage, in corso a Caltanissetta, avrebbe dovuto ripetere in aula le confidenze ricevute dal marito poco tempo prima di morire. 

"Paolo mi parlò di una trattativa tra Stato e mafia" - "Paolo mi accennò che c'era una trattativa tra la mafia e lo Stato. - ha raccontato ai pm la vedova - Dopo la strage di Capaci mi disse che c'era un colloquio tra mafia e pezzi infedeli dello Stato". La donna parlò di un Borsellino "sconvolto" mentre le rivelava di avere saputo che l'ex capo del Ros, Antonio Subranni, era "punciuto" (uomo d'onore, ndr). "Paolo mi disse - ha raccontato la donna - 'mi ucciderà la mafia ma solo quando altri glielo consentiranno"'. I verbali dei suoi interrogatori sono stati acquisiti anche al processo al generale dei carabinieri Mario Mori. La malattia le impedì di essere presente in aula a ripetere quelle parole.

Il cordoglio di Napolitano - Moltissimi i messaggi di cordoglio, a cominicare da quello di Giorgio Napolitano: "Ho appreso con grande commozione e tristezza  la notizia della scomparsa di Agnese Borsellino, degna e ammirevole consorte del grande magistrato divenuto con il suo sacrificio simbolo sempre vivo della lotta contro la mafia" ha scritto il Capo dello Stato in un messaggio alla famiglia.

La famiglia mette a disposizione un'indirizzo mail - I funerali sono previsti per lunedì mattina alle 9.30 nella chiesa di S. Luisa di Marillac, la stessa dove si svolsero le esequie del magistrato ucciso nella strage di via D'Amelio. "La Fondazione intitolata a Paolo Borsellino e a tutte le vittime della mafia - conclude la nota - ha messo a disposizione la mail info@progettolegalita.it per raccogliere eventuali messaggi di testimonianza di affetto e considerazione per la Signora Agnese che non ha mai smesso di chiedere, insieme ai figli, che sia fatta verità e giustizia".

Sposati nel 1968
- Agnese Piraino Leto, figlia del presidente del tribunale di Palermo Angelo, si era sposata con Paolo Borsellino, allora giovane magistrato, il 23 dicembre 1968. Da loro matrimonio sono nati tre figli: Lucia, 44 anni, che oggi ricopre l'incarico di assessore regionale alla Sanita', Manfredi, 41 anni, attuale dirigente del commissariato di polizia di Cefalu', e Fiammetta, di 40. La vedova Borsellino, che era malata da tempo, ha sempre tenuto un atteggiamento di grande riserbo insieme ai figli, limitandosi a presenziare a poche cerimonie pubbliche in ricordo del marito.

Leggi tutto