Città di Castello, terremoto di magnitudo 2.2. Nessun danno

1' di lettura

Prosegue lo sciame sismico in provincia di Perugia. Da sabato 20 aprile sono state registrate 41 scosse. Lunedì 22 e martedì 23 le scuole del centro umbro resteranno chiuse in via precauzionale

Nuova scossa di terremoto a Città di Castello, in provincia di Perugia. Alle 2.38 l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ne ha registrata una di magnitudo 2.2 a 8,8 km di profondità. Da sabato scorso le scosse registrate nella zona sono state 41.


Oggi e domani, martedì 23 aprile, le scuole resteranno chiuse in via precauzionale a Città di Castello in seguito allo sciame sismico che sta interessando la zona. Il sindaco, Luciano Bacchetta, ha sottolineato che "la misura non è stata dettata da problematiche strutturali rilevate negli edifici". "I sopralluoghi - ha riferito il primo cittadino - ci dicono che tutte le sedi sono in sicurezza: la decisione è stata assunta per permettere alle famiglia di programmare la gestione dei propri figli con certezza, senza dover far fronte all'eventualità della chiusura anticipata dell'attività scolastica, così come prescritto dal piano di emergenza in caso di altri fenomeni".

E la terra trema anche a Montefeltro: alle 5:51 nella provincia di Forlì Cesena l'Istituto di Geofisica e Vulcanologia ha registrato una scossa di magnitudo 3.6 a 52,5 km di profondità.

Leggi tutto