Delitto di Udine, il gip: "Omicidio preterintenzionale"

1' di lettura

Convalidato il fermo delle due 15enni che si sono autoaccusate dell'uccisione di Mirco Sacher. Cadono le accuse di omicidio volontario e furto aggravato. Entrambe le ragazze trascorreranno i prossimi due mesi in strutture protette

Il Gip ha convalidato il fermo per il solo reato di omicidio preterintenzionale, per entrambe le ragazze che si sono accusate dell'uccisione di Mirco Sacher, pensionato di 67 anni. Cadono così le accuse di omicidio volontario e furto aggravato in alternativa alla rapina. Le quindicenni trascorreranno i prossimi due mesi in due strutture protette.

La decisione del giudice è arrivata al termine della giornata in cui le ragazze, durante l'interrogatorio di garanzia si sono avvalse della facoltà di non rispondere. Il loro primo racconto lo avevano fatto la notte del 7 aprile, prima davanti ai carabinieri di Pordenone poi al pm con l'assistenza dei loro avvocati. Oggi, giovedì 11 aprile, il silenzio.

Intanto un video esclusivo di SkyTG24 mostra Mirco Sacher e le due 15enni che si sono autoaccusate del suo omicidio. Le immagini, riprese dalle telecamere di sorveglianza di una gelateria in provincia di Udine si riferiscono alla mattinata di domenica. Qualche ora prima del delitto. Si tratta di un documento molto importante ai fini delle indagini che esclude il coinvolgimento nella vicenda di altre persone, almeno nella prima parte della giornata.

Leggi tutto