Yara, il papà del killer disse: "Ho un figlio segreto"

1' di lettura

Possibile svolta nell'indagine sulla morte della 13enne di Brembate di Sopra. Si rafforza la pista del Dna. Giuseppe Guerinoni, morto nel 1999 e considerato il papà del presunto assassino, confidò a un collega di aver avuto un ragazzo fuori dal matrimonio

Arriva una conferma all'unica ipotesi investigativa rimasta aperta nell'inchiesta sull'omicidio di Yara Gambirasio: quella che l'assassino sia figlio illegittimo dell'autista di Gorno Giuseppe Guerinoni, morto nel 1999 e di cui un mese fa è stata riesumata la salma per prelevare il campione di Dna necessario a una comparazione con quello rinvenuto sul corpo di Yara. Un collega dell'autista ha infatti confermato agli inquirenti che Guerinoni gli aveva confidato di avere avuto intorno al 1962-63 un figlio al di fuori del matrimonio, da una donna della Val Seriana con la quale aveva avuto una relazione extraconiugale.

La pista di Gorno - A Giuseppe Guerinoni, morto a 61 anni, gli investigatori sarebbero giunti analizzando a tappeto i Dna della popolazione, partendo da una traccia trovata sui vestiti di Yara che avrebbe delle evidenti analogie genetiche a quella dell'uomo pur senza essere la sua o dei suoi famigliari. Il che aveva fatto ipotizzare che l'uomo avesse avuto un figlio 'segreto'.

Fikri interrogato - Intanto, Mohamed Fikri è tornato di nuovo di fronte al pm. Il giovane di origini marocchine, la cui posizione nell'inchiesta sul rapimento e l'omicidio di Yara Gambirasio è stata archiviata per il delitto mentre ne è stata aperta una che sospetta il favoreggiamento, è stato ascoltato dal pubblico ministero Letizia Ruggeri.
Al centro dell'interrogatorio ci sarebbero le telefonate fatte da Fikri alla fidanzata di allora, Fatiha Sabri, il 3 dicembre 2010, una settimana dopo la scomparsa della tredicenne di Brembate Sopra. Il pm, come disposto dal gip Ezia Maccora, nei prossimi giorni ascolterà di nuovo la stessa ormai ex fidanzata di Fikri, il suo ex datore di lavoro Roberto Benozzo e l'allora custode del cantiere di Mapello, Federico Anni.

Leggi tutto