Fondi Pdl Lazio, Fiorito torna in libertà

Franco Fiorito (foto d'archivio)
1' di lettura

L'ex capogruppo in Regione, arrestato il 2 ottobre scorso con l'accusa di peculato per essersi impossessato di 1 milione e 400mila euro dei fondi destinati al suo gruppo consiliare, era ai domiciliari dal 27 dicembre

L'ex capogruppo del Pdl alla Regione Lazio, Franco Fiorito, imputato di peculato con l'accusa di aver sottratto circa un milione e 400.000 euro di fondi pubblici al suo partito, torna libero. E' quanto ha stabilito la giudice per l'udienza preliminare Rosalba Liso.

Dal 27 dicembre scorso era ai domiciliari nella sua casa di Anagni, cittadina di cui è stato anche sindaco, dopo aver trascorso due mesi in carcere a Roma. Era infatti stato arrestato il 2 ottobre. L'inchiesta sull'esponente politico ha portato nel 2012 alle dimissioni della presidente della Regione Lazio Renata Polverini (FOTO) e allo scioglimento del Consiglio regionale.

Il gup Rosalba Liso nella prossima udienza fissata per l'8 aprile dovrà pronunciarsi in merito alla richiesta di Franco Fiorito di giudizio abbreviato. Il giudice deciderà anche se accogliere o meno la richiesta di patteggiamento della pena presentate dai difensori di Bruno Galassi e Pierluigi Boschi, componenti della segreteria di Fiorito alla Pisana, imputati nello stesso procedimento.

Leggi tutto